Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:FIRENZE14°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Attualità giovedì 21 luglio 2022 ore 19:50

Incendio in Versilia stabilizzato ma non è finita, altri roghi in Toscana

Il 90% del fronte del fuoco è in contenimento ma ci sono emergenze anche nel pisano, in Media Valle, nel grossetano, nell'empolese, nell'aretino



MASSAROSA E CAMAIORE — Il 90% dell’incendio che lunedì sera si é sviluppato sulle colline di Massarosa e Camaiore è sotto controllo, il fronte del fuoco si è attestato a Valpromaro. Ma su un 10% del fronte ci sono ancora fiamme attive e riprese di fuoco: soprattutto sulla linea Montigiano e Fibbialla, paesi dove tuttora i residenti evacuati non possono tornare a casa.

“Siamo riusciti a contenere e circoscrivere il fronte ma il pericolo non è passato: basta infatti che i venti si muovano in un senso o nell’altro e il fuoco può riprendere” ha spiegato il presidente della Regione Eugenio Giani, che attende che il rogo venga domato per dichiarare lo stato di calamità per i terriitori devastati.

La Bretella della A11 Lucca Viareggio è regolarmente aperta alla circolazione così come la strada provinciale 1 verso Valpromaro. 

La stima attuale dei danni provocati dall'incendio, un po’ più bassa di quella della scorse ore, è di circa di 820 ettari di bosco e oliveti inceneriti e una decina di case distrutte ma a Massarosa e Camaiore ci sono ancora circa 600 evacuati e la situazione è ancora troppo rischiosa perchè sia consentito il loro ritorno nelle case, anche se i sopralluoghi per valutare la situazione caso per caso sono già iniziati. 

A Massarosa si è verificato anche un guasto alle rete idrica, un deposito di adduzione è stato danneggiato dal fuoco e, mentre gli operai sono al lavoro, il Comune sta cercando di compensare inviando autobotti nelle frazioni coinvolte, Gualdo e Montigiano. Sempre a Massarosa la carenza di acqua è determinata anche dall'abbassamento della linea elettrica della media tensione per permettere che le operazioni di spengimento si svolgano in sicurezza. Senza elettricità in via precauzionale, a Camaiore, anche la frazione evacuata di Fibbialla, ancora sulla traiettoria dei focolai attivi e a rischio di interventi d'emergenza.

Nel pomeriggio sulle colline di Massarosa hanno continuato a volare e sganciare acqua 2 canadair della Protezione civile nazionale e 2 elicotteri del servizio anticendio regionale, assieme a numerose squadre di vigili del fuoco e di volontari ed operatori Aib. Una volta spento l’incendio, saranno necessarie settimane per la bonifica.

“Le prossime ore saranno fondamentali per valutare l’evoluzione dell’emergenza - sottoliena l’assessora regionale alla protezione civile, Monia Monni - La notte scorsa ha presentato minori criticità rispetto alla precedente, per la presenza di meno vento. Tuttavia riusciamo a contenere e spegnere l’incendio principalmente grazie ad elicotteri e canadair e per questo, stamani, abbiamo ribadito al dipartimento della Protezione civile nazionale che è necessario che i mezzi aerei restino in azione”.

In corso le indagini sulle cause del rogo. Durante i primi accertamenti sarebbe stati trovati alcune tracce di inneschi e l'origine del disastro potrebbe essere dolosa.

Non brucianosolo i boschi di Massarosa e Camaiore

Nel pomeriggio un incendio di sterpaglie è scoppiato a Certaldo, nella zona di Piangrande, lungo la strada provinciale 125 e si è propagato rapidamente a un bosco. Sul posto sono alvoro da ore i vigili del fuoco e gli operatori Aib oltre a 2 elicotteri della regione.

Il rogo scoppiato a Vecchiano, a Pisa, è in contenimento dopo aver incenerito 120 ettari di vegetazione, avvicinandosi ad alcune abitazioni: su quell'area, nel pomeriggio di oggi, erano in azione 2 canadair e 2 elicotteri.

Nuovi roghi si sono sviluppati nelle ultime ore in diverse parti della Toscana. Quattro sono quelli dove sono intervenuti gli elicotteri regionali: a Borgo a Mozzano in provincia di Lucca (incendio partito alle tre del pomeriggio), a Roccastrada nel grossetano (mezzo ettaro coinvolto, fiamme segnalate alle 16), a Certaldo nel fiorentino (dalle 16.30) dove lavorano due elicotteri e diverse squadre dell’anticendio boschivo e a Terranova Bracciolini nell’aretino, dove dalle 13.30 sono bruciati tre ettari di bosco e quattro di campi. 

Qui sotto i post su facebook pubblicati dai Comuni di Massarosa e di camaiore con le istruzioni per la popolazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allerta meteo è scattata nel tardo pomeriggio e andrà avanti fino alle 7 di domani, venerdì. Ecco quali sono le zone della regione più a rischio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità