Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE16°23°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei Atletica, Italia oro nella 4x100 maschile: la gara

Cronaca mercoledì 20 luglio 2022 ore 21:00

L'incendio infuria, evacuati 4 paesi, chiusa di nuovo la A11

Un canadair sgancia acqua sull'incendio
Un canadair sgancia acqua sull'incendio

Il rogo, alimentato dal vento, finora ha distrutto anche una decina di abitazioni e 800 ettari di bosco e oliveti. Più di 500 sfollati



MASSAROSA E CAMAIORE — Non si placa lo spaventoso incendio che dalla serata di lunedì sta bruciando in Versilia, seminando distruzione e disperazione. Nonostante l'impiego di una decina di mezzi aerei dei vigili del fuoco e della Regione Toscana e di centinaia di soccorritori fra pompieri e volontari Aib, il rogo, alimentato da un vento implacabile, si è propagato fino a minacciare numerose frazioni come Pieve a Elici e a rendere necessaria l'evacuazione di Montigiano e Gualdo nel territorio di Massarosa e di Fibbialla e Valpromaro in quello di Camaiore.

Al momento i numeri parlano di un estensione di territorio interessata dall’incendio di circa 800 ettari e di 500 persone sfollate e sistemare in strutture della protezione civile, dei Comuni o presso amici e parenti. 

"La Bretella Lucca-Viareggio della A11 è stata chiusa - spiegano i vigili del fuoco in una nota - e si contano una decina di case attaccate dalle fiamme dall’inizio dell’emergenza". 

Durante tutta la giornata di oggi si è registrato un avanzamento dei fronti dell’incendio, prevalentemente in direzione nord nord est. La macchina del soccorso sta implementando uomini e mezzi per fronteggiare i numerosi interventi in corso. Sono circa 130 i vigili del fuoco I vigili del fuoco dei comandi della Toscana, dell’Emilia Romagna, della Lombardia e del Veneto che stanno combattendo il rogo, coadiuvati da 30 mezzi di soccorso, 3 elicotteri AIB della Regione Toscana, un elicottero e un canadair della flotta aerea dei pompieri.

Ma non bruciano solo i boschi di Massarosa. Rcco alcuni degli incendi scoppiati nel corso della giornata.

Nel comune di Calci nel pisano, a Vallebuia, si è sviluppato un rogo stamani poco prima delle dieci: tre ettari di vegetazione distrutti e già in bonifica nel pomeriggio, con nove squadre di volontari e operai forestali sul posto per scongiurare eventuali riprese. L'origine del rogo è dolosa.

Sempre nel pisano a Laiano, frazione di Vecchiano, l'incendio di ieri (15 ettari già bruciati) è ripartito a causa del vento. Intorno a mezzogiorno è stato chiesto l’intervento di un canadair nazionale, in quel momento non disponibile. A contrastare le fiamme sono pertanto intervenuti tre elicotteri del servizio antincendi toscano e dalle 15 si sono aggiunti due mezzi nazionali. Alcune case, in via precauzionale, sono state evacuate.

Ci sono due elicotteri in azione, una squadra di pompieri e 11 di operai forestali e volontari anche a Palaia, in località Forcoli, dove un incendio si è sviluppato attorno alle 11 della mattina. Ancora non c’è una stima delle superficie bruciata.

A Firenze hanno preso fuoco nell'area del Poderaccio, al confine con il Comune di Scandicci, cumuli di masserizie e rifiuti abbandonati. Il rogo ha generato un'enorme colonna di fumo ed è stato domato dopo alcune ore.

A Empoli un  vasto incendio di sterpaglie si è avvicinato alla linea ferroviaria rendendo necessario il blocco della circolazione dei treni che è ripresa, a scartamento ridotto, solo intorno alle 20.

In provincia di Siena è stato spento l’incendio di stamani a San Gimignano: le fiamme hanno percorso un ettaro di terreno prima che un elicottero regionale e nove squadre dell’antincendio boschivo riuscissero a domarle.

Altri piccoli interventi hanno coinvolto in giornata i territori di Castell’azzara in provincia di Grosseto, Vaiano nel pratese, San Vincenzo in provincia di Livorno e Figline Incisa nel Valdarno fiorentino.

Nelle ultime ore un incendio si è sviluppato nei boschi a San Pietro Belvedere nel comune pisano di Capannoli – sul posto un elicottero - mentre fiamme hanno attaccato la vegetazione ad Aratrice nel territorio di Roccastrada nel grossetano, dove i vigili del fuoco hanno chiesto supporto al servizio anticendio boschivo regionale. Fiamme anche a Pergine Valdarno nell’aretino.

Vedi altri articoli in home page


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno