Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 20 novembre 2019

Lavoro venerdì 07 giugno 2019 ore 18:20

Mercatone Uno, cassa integrazione più vicina

Il tribunale di Bologna ha disposto la revoca di cessazione dell'esercizio di impresa. Via libera all'iter per lo sblocco della cassa integrazione



BOLOGNA — Via libera all'iter che porterà allo sblocco della cassa integrazione per i 1.800 lavoratori rimasti senza un impiego da un giorno all'altro dopo il fallimento di Mercatone Uno. I negozi, 55 in italia, compresi i due toscani di Calenzano e Navacchio, erano stati chiusi nottetempo il 25 maggio scorso (vedi articoli correlati).

Il tribunale di Bologna ha infatti sbloccato la possibilità di avviare le procedure per la Cig e i Commissari annunciano che a breve la richiesta verrà inoltrata al Mise.

Il tribunale ha accolto l’istanza dei commissari del gruppo “Mercatone Uno”, Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari, in Amministrazione Straordinaria e disposto la revoca dei provvedimenti di cessazione dell’esercizio dell’impresa, subordinandone l’efficacia al rilascio da parte del Ministero dello Sviluppo Economico della proroga del Programma di liquidazione dell’azienda.

I commissari ricordano anche in una nota che "preso atto del provvedimento, presenteranno a breve l'istanza al Ministero per concludere l'iter delineato dal Tribunale di Bologna per la retrocessione all'amministrazione straordinaria dei compendi aziendali e rendere così possibile l'accesso dei dipendenti agli ammortizzatori sociali previsti dalla legge. I Commissari, inoltre, si riservano di illustrare nei tempi più rapidi le prossime attività previste dal Programma".

Ieri il vicepremier e ministro del lavoro Luigi Di Maio che aveva definito la storia "scandalosa" e per la quale ha annunciato misure da adottare il prima possibile. E aveva già annunciato che avrebbe fatto di tutto per "sbloccare subito la cassa integrazione, non appena il Tribunale autorizzerà la procedura di amministrazione straordinaria".



Tag

Trenta e la casa da ministra: «Mio marito rinuncia all'alloggio, lasceremo nel tempo per fare il trasloco»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca