Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità martedì 29 agosto 2023 ore 18:50

Il fiume è in secca, i cittadini salvano i pesci uno a uno

La reimmissione in acqua degli avannotti
La reimmissione in acqua degli avannotti

Col grande caldo del corso d'acqua non erano rimaste che pozzanghere. Comunità unita per salvare la fauna, anche esemplari a rischio estinzione



MONTELUPO FIORENTINO — Pesci salvati uno a uno coi retini e un'intera comunità mobilitata, grandi e piccini, in soccorso della fauna ittica che lì, nel fiume Pesa, conta anche specie a rischio estinzione. La bella storia dell'estate arriva da Montelupo Fiorentino. 

Il torrente non è nuovo a prosciugarsi con l'arrivo della stagione calda. Quest'anno anzi, complici le piogge di primavera, ha tardato rispetto al solito di circa un mese. Dal 22 Luglio però, come ha spiegato il Comune dell'Empolese, la Pesa non aveva più il deflusso minimo vitale. Tradotto: la sopravvivenza dei pesci era questione di gocce.

E allora via, tutti in corsa contro il tempo per salvare loro la vita prelevandoli dalle pozze in rapida evaporazione per trasferirli dove c'era più acqua. E' stato proprio un cittadino il primo a segnalare la necessità di rimboccarsi le maniche e accorrere in aiuto degli animali contattando il Contratto di Fiume Pesa.

I volontari, in collegamento con Regione Toscana, sono intervenuti immediatamente salvando diverse centinaia di pesci, soprattutto avannotti, che sono stati spostati presso la briglia dei Lecci, una delle due oasi di biodiversità create dal Consorzio di Bonifica del Medio Valdarno e di cui il Contratto di Fiume sta chiedendo replica e estensione.

Per altro due delle specie che vivono sul torrente, il ghiozzo etrusco e il barbo tiberino, sono classificate dall'istituto internazionale di conservazione della natura (Iucn) come specie in pericolo, in un declino che fino a poco prima le vedeva specie vulnerabili.

"L’invito a tutti i cittadini è di segnalare al Comune o al Contratto di Fiume pesci in difficoltà e ad usare in maniera consapevole l'acqua. Come dimostrano i piezometri installati c’è una correlazione diretta fra l’uso idropotabile della risorsa idrica e la scomparsa dell'acqua in alveo", ammonisce il Comune di Montelupo Fiorentino. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno