Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:01 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il Papa tra la folla dei cristiani nel villaggio di Qaraqosh in Iraq

Attualità lunedì 02 gennaio 2017 ore 16:00

Flebo e medicine scadute in riva al torrente

Due sacchi pieni di rifiuti sanitari sono stati trovati sulla riva del torrente Bagnolo. Il sindaco Lorenzini: "Chi ha visto i responsabili parli"



MONTEMURLO — C'è di tutto: flebo, cateteri e medicinali. Una piccola discarica a cielo aperto di rifiuti sanitari e domestici a pochi passi dalle panchine e dal ponte che conduce all'ex discarica di Cava Volpaie. Tutto contenuto in due grossi sacchi neri abbandonati probabilmente di notte, fuori da sguardi indiscreti. 

La polizia municipale di Montemurlo è già entrata in azione per risalire ai responsabili mentre gli operatori di Asm sono entrati in azione per rimuovere l'immondizia. 

Il sindaco Mauro Lorenzini, che ha lanciato l'appello a chiunque abbia visto, è intervenuto sull'episodio: "Il Comune non è disponibile a tollerare gesti d'inciviltà come questo. Si tratta di un episodio molto grave, perché il sacco abbandonato conteneva rifiuti sanitari molto pericolosi per l'ambiente e le persone. L'abbandono dei rifiuti è un reato ed invito tutti coloro che avessero visto qualcosa a segnarlo alla Polizia municipale per aiutare così le indagini e risalire ai responsabili".

"Non capisco - ha poi aggiunto Lorenzini anche sulla scorta di episodi simili avvenuti in passato  - perché si preferisce abbandonare un sacco di rifiuti su un fiume, quando ad Oste abbiamo un'isola ecologica, alla quale è possibile conferire l'immondizia anche durante i giorni festivi. L'ignoranza, purtroppo, è dura a morire".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità