Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Laura Pausini si commuove dopo la vittoria del Golden Globe: «Sono molto emozionata»

Attualità giovedì 14 gennaio 2021 ore 19:15

Dpcm in arrivo, musei aperti, braccio di ferro sull'asporto

Il ministro Dario Franceschini

Dopo il decreto quadro è in arrivo il Dpcm con i dettagli sulle chiusure delle attività e le altre misure anti-Covid valide dal 16 Gennaio



ROMA — Dopo il decreto quadro emanato dal governo ieri sera con le norme sugli spostamenti e la proroga fino al 30 Aprile dello stato di emergenza per l'epidemia di Covid (vedi qui sotto l'articolo collegato), il governo ha intenzione di chiudere entro oggi anche il nuovo Dpcm che completerà il quadro delle restrizioni in vigore da sabato 16 Gennaio.

Fra le norme contenute nel nuovo Dpcm ci sarà molto probabilmemte la riapertura dei musei nelle regioni in zona gialla proposta dal ministro della cultura Franceschini, almeno nei giorni feriali e con tutte le prescrizioni di sicurezza del caso: mascherine, distanziamento, ingressi contingentati e prenotati via web.

Non è ancora detta l'ultima parola invece sul divieto di asporto per i bar a partire dalle 18: la nuova norma, finalizzata a mettere un freno agli assembramenti nell'ora dell'aperitivo, è osteggiatissima dai gestori dei locali e anche molti presidenti di regione si sono già dichiarati contrari nel timore che lo stop, invece di ridurre la movida serale, esasperi la già elevata tensione sociale provocata dalla pandemia, innescando proteste e manifestazioni.

Nel nuovo Dpcm saranno meglio dettagliate anche le nuove soglie, più basse, per i parametri che fanno scattare nelle regioni la zona arancione o rossa. "Il combinato disposto del nuovo decreto legge e del nuovo Dpcm sta per mettere in arancione praticamente tutta l'Italia a partire da domenicai" ha commentato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

La Toscana dovrebbe essere una delle poche regioni a restare in zona gialla (l'incidenza del contagio è bassa e la percentuale di posti letto ospedalieri occupati da malati di Covid è molto al di sotto della soglia di sicurezza) ma ovviamente la certezza si avrà solo quando sarà reso noto il nuovo monitoraggio sull'andamento dell'epidemia dell'Istituto superiore di sanità, probabilmente entro domani sera.

Restiamo in attesa del nuovo Dpcm per proporvi il testo definitivo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS