Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:15 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione

Cronaca martedì 07 maggio 2024 ore 18:40

La sfregia con l'acido, bloccato dopo una fuga di 300 chilometri

L'uomo, ergastolano in semilibertà, avrebbe sfregiato e accoltellato la compagna . Poi la fuga dall'Emilia Romagna alla Toscana



PROVINCIA DI PARMA — Avrebbe gettato dell'acido addosso alla compagna e l'avrebbe colpita con un fendente al fianco prima di darsi ad una lunga fuga tra l'Emilia Romagna e la Toscana, terminata nei pressi di una stazione di servizio in prossimità del casello di Arezzo. 

Presunto autore dell'aggressione, avvenuta in provincia di Parma, un uomo di 61 anni, detenuto da alcuni anni in forza di un cumulo di pene che l’hanno condannato all’ergastolo. Recentemente, spiega una nota dei carabinieri, l'uomo era stato ammesso al regime della semilibertà con possibilità di assentarsi per porzioni più o meno ampie di tempo, per recarsi a lavorare ed incontrare i propri affetti, con l’obbligo di rientrare e pernottare in carcere. Anche la giornata del 6 Maggio si era svolta alla stessa maniera. Mattinata a lavoro, la sera a cena con la compagna e la figlia e poi sarebbe dovuto rientrare nella Casa Circondariale, e invece non è andata così.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, dopo l'aggressione alla compagna al culmine di una lite, l'uomo si sarebbe allontanato a bordo di un'auto. Ed è scattata la caccia all'uomo: l’analisi info-investigativa, partita dai collegamenti familiari e dal monitoraggio dei vari dispositivi ottici di lettura targa, ha permesso di individuare la sua presunta direzione di fuga. I carabinieri di Parma si sono quindi messi all’inseguimento del presunto autore dei fatti, e le ricerche hanno coinvolto anche i comandi dell'arma e  la polizia stradale competenti sull’itinerario individuato. Fino a quando il mezzo del fuggitivo è stato intercettato e bloccato, dopo una fuga durata per 300 chilometri.

L'uomo è stato arrestato con le accuse di evasione, tentato omicidio aggravato e deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno