Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

GIALLO Mazzola giovedì 10 novembre 2022 ore 08:00

Youthless – Ragazze prive di giovinezza

Avete mai letto un libro scritto a più mani? Si tratta di una novità assoluta, un’opera unica!



PECCIOLI — Oggi desideriamo parlarvi di Youtless. Fiori di strada (Harper Collins, 2022), un noir intricato scritto contemporaneamente da cinque grandi autori italiani. Un caso singolare, poiché si tratta di un romanzo corale, nelle cui pagine non si distinguono neanche le varie penne degli scrittori, non è infatti un’antologia di racconti, come abbiamo visto in altri casi nei nostri articoli, ma uno scritto unico a cui hanno collaborato gli autori.

La storia racconta di sette ragazze minorenni in fuga dalla propria vita e dal proprio passato, che si rifugiano in una cascina isolata nel Veneto per sfuggire alla polizia e alle loro famiglie. “La legge della fuga impone di passare inosservate”, così “recita” il romanzo. Ma il loro futuro, oltre al loro passato, è ormai già compromesso, come del resto quello di un’intera generazione di “fiori di strada”.

Un evento inaspettato rompe la pace del rifugio: Stella, l’ultima arrivata, di cui non si sa quasi niente, scompare e viene ritrovata morta: le giovani impaurite decidono di spostarsi dal luogo e cambiare giro. “La ragazza era certa di essere più pratica di boschi di tutte le guardie messe insieme, e pur sapendo di correre un grosso rischio riuscì ad avvicinarsi a pochi metri di distanza e a vedere una ragazza nuda, stesa sull’erba ingiallita al centro di tre alberi ad alto fusto, circondata da tute bianche. Il lampo di una macchina fotografica le illuminò il volto e Teresa la riconobbe. Era Stella…”.

Prima che le ragazze possano fuggire sono catturate da due poliziotti arrivati nella cascina, il sovrintendente Cristoforo Marino e il vicecommissario Giustina Rebellin, che “la natura aveva dotato del fiuto dei predatori e nel tempo aveva saputo apprezzarne i vantaggi”. Le giovani riescono a liberarsi diventando gruppo, ma a caro prezzo: inizia infatti la loro fuga accidentata verso la Calabria inseguite da Giustina, implacabile, perversa e crudele aguzzina. Devono scappare, fuggire al più presto perché hanno visto qualcosa che il vicecommissario Giustina farebbe di tutto per nascondere... La storia si trasforma in un viaggio dal Nord al Sud dell'Italia per dimenticare il passato, salvare il presente e sognare un futuro ormai incrinato. Ognuna col suo fardello sempre appresso, l’eroina, la depressione, un figlio in arrivo e indicibili segreti, la fuga dalla famiglia malavitosa o da un clan.

Sette storie declinate al femminile, non c’è una protagonista assoluta. Ognuna di loro vive un viaggio pericoloso alla ricerca della verità, il loro minimo comun denominatore è la fuga da un passato scomodo e da rinnegare, le zone d’ombra della vicenda sono molte, ma qui è smentito il luogo comune di una fragilità femminile comunemente raccontata.

Cosa possiamo dunque imparare da questo romanzo?

Fiori di strada, oltre a essere un noir teso e avvincente è anche uno splendido romanzo sulla speranza nel futuro per una vita migliore, sul dolore e l’amicizia, magistralmente scritto da cinque affermati narratori italiani: Massimo Carlotto, Patrizia Rinaldi, Alessandra Acciai, Pasquale Ruju e Massimo Torre. Si sono incontrati a Roma, hanno progettato la storia e uniformato la loro scrittura, confrontandosi on line durante il lockdown. Hanno cercato un modo di scrivere unico, senza però perdere lo stile di ognuno. Ciascun autore ha dato qualcosa di sé, diventando un uno solidale con gli atri, così come un gruppo è divenuto quello delle ragazze protagoniste, dalle vite terribili ma bellissime.

A cura dello Staff della Biblioteca Fonte Mazzola di Peccioli

CONSIGLI DI LETTURA

Perché proprio il giallo a Fonte Mazzola?

Tutto è iniziato nel 2016 con Parole Guardate, il nostro Festival del giallo. Un progetto di contaminazione tra teatro, letteratura e scrittura, per adulti e bambini.

La particolarità del progetto Parole Guardate è stata quella di incentrare le sue attività e gli eventi sulle opere di un unico scrittore: negli anni sono stati protagonisti grandi e prolifici autori come Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Marilù Oliva, Giampaolo Simi, Piergiorgio Pulixi, penne che hanno riscosso molto successo e affetto da parte del pubblico.

La Biblioteca Comunale e Archivio Fonte Mazzola, con i suoi 400 metri quadri di ampiezza e una collocazione spettacolare sul limitare della campagna pecciolese, è stata inaugurata il 26 gennaio 2019. Qui puoi trovare una sezione dedicata al giallo italiano e straniero (americano, inglese, nord-europeo, francese…) e un patrimonio librario composto da ottomila volumi, la preziosa collezione del prof. Arnaldo Nesti, consistente in altri novemila volumi e la donazione del Prof. De Santi, composta da altri mille libri, rari e di pregio, monografici sul cinema.

Tutti gli spazi sono utilizzabili in assenza dell’operatore bibliotecario ogni giorno dalle h. 8 alle 24 (compresi la Domenica e i giorni festivi), tramite un codice personale di accesso. L’iniziativa, unica sul territorio della Valdera, è il fiore all’occhiello della nostra Biblioteca e permette a numerosi studenti e utenti di frequentare in libertà, ma con assoluto rispetto, le sale a disposizione.

Qui troverai una Biblioteca dei Ragazzi con un’ampia varietà di letture dedicate in una luminosa sala, rivolta verso l’Anfiteatro Fonte Mazzola; lo Speaker’s corner, l’angolino del parlato, la nuovissima attività proposta agli utenti dai 6-14 anni in cui un nostro operatore esperto sarà a disposizione per conversare in lingua inglese. Per la fascia di età 8-12 sarà organizzato un circolo di piccoli lettori, dal titolo Dieci piccoli detective: incontri mensili dedicati alla lettura e dinamiche dei romanzi gialli.

Tante le attività della Biblioteca gli incontri del Circolo dei Lettori, il corso di scrittura dal titolo: Storia a tinte gialle, un rinnovamento del Progetto Parole Guardate che si è incentrato sul giallo storico, in dieci appuntamenti che si terranno in autunno a partire dal 10 novembre. Dei benefits sono dedicati ai nostri studenti e ai nuovi iscritti: ad esempio, chi è in possesso del codice di ingresso della Biblioteca può partecipare a Studiare senza stress, tre incontri dedicati al potenziamento della memoria e il miglioramento dei metodi di studio, tenuti dal docente Stefano Intini.

Per celebrare l’importanza della lettura come conoscenza e crescita personale, stiamo per avviare Contemporaneamente. Leggere per comprendere, un’iniziativa legata alla Libroterapia Umanistica, un metodo che parte dalla lettura, per promuovere il benessere psicologico e la crescita personale di ciascuno. Presso la Biblioteca Comunale di Peccioli i lettori hanno avuto a disposizione dal mese di maggio una scatola dove poter inserire i titoli dei libri che hanno rivestito un particolare ruolo di formazione durante la loro vita. I suggerimenti così raccolti stanno per essere elaborati e restituiti in chiave libroterapica dalla psicologa Rachele Bindi nei prossimi incontri.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca