Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:FIRENZE23°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«L'Economia», come funziona la nuova app del Corriere: l’assistente virtuale e oltre 30 mila contenuti
«L'Economia», come funziona la nuova app del Corriere: l’assistente virtuale e oltre 30 mila contenuti

Cronaca sabato 01 giugno 2024 ore 19:10

Pestato a sangue e lasciato agonizzante nel bosco

Vittima dell'aggressione un uomo di 49 anni. Soccorso da due passanti e ricoverato, ieri si è risvegliato dal coma. Un fermo per tentato omicidio



PIOMBINO — Pestato a sangue e poi abbandonato con profonde ferite al corpo e alla testa in una zona di campagna. La brutale aggressione è avvenuta lo scorso 22 Maggio.

Vittima del pestaggio un uomo di 49 anni, trovato agonizzante in un'area isolata dell'hinterland piombinese da due persone che stavano facendo una passeggiata. L'uomo è stato poi ricoverato all'ospedale di Cecina dove ieri si è risvegliato dal coma. Adesso, spiegano i carabinieri, si trova sotto stretto controllo medico in attesa di poter incontrare le persone care e gli inquirenti che si occupano del caso.

Intanto, su ordine della Procura di Livorno, due giorni fa i carabinieri hanno eseguito un fermo nei confronti del principale indiziato, un 24enne, accusato di tentato omicidio in concorso con un altra persona in corso di identificazione.

Il sopralluogo eseguito dai carabinieri aveva consentito di isolare diverse tracce ematiche trovate sul posto, oltre a frammenti di bastoni e una pietra, anche questi con tracce di sangue. Poi, grazie alle informazioni raccolte e alle dichiarazioni testimoniali acquisite, i militari hanno approfondito i profili di alcuni sospettati. Il comando provinciale dei carabinieri di Livorno ha messo in campo una squadra investigativa ad hoc preposta all’analisi ed alla messa a sistema di tutti gli elementi utili emersi. A tal riguardo, si legge in una nota dell'Arma, E' stata eseguita una ricostruzione minuziosa dei fatti, anche alla luce di vicende che li avevano riguardati nei giorni immediatamente precedenti, peraltro anch’essi relativi a diverse vicende giudiziarie in cui sospettati/aggressori risulterebbero essere sempre contrapposti alla vittima".

Intanto, nella giornata di ieri il Tribunale di Livorno ha convalidato il fermo e confermato, per il presunto aggressore, la misura cautelare della custodia in carcere. A breve, però, potrebbe non essere più solo. Il cerchio attorno al complice si sta stringendo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno