Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Cronaca sabato 08 ottobre 2016 ore 11:16

Detenuti schiacciano la mano a un agente di ronda

L'aggressione è avvenuta nel carcere pisano dopo una scia di offese. A denunciare il nuovo caso di violenza sono i sindacati di polizia penitenziaria



PISA — L'agente di ronda è dovuto ricorrere alle cure dell'ospedale e ne avrà per 7 giorni prima di essere del tutto guarito. 

"Da quanto ci riferiscono gli esponenti provinciali Roberto Vassallo per il Sappe, Alessio Vetri per l'Osapp e Nicola Di Matteo per la UIL PA PP - spiega una nota congiunta dei sindacati Sappe, Osapp e Uil Pa - l’agente, che intorno le 19 si trovava di servizio come addetto alla vigilanza “ronda penale”, ovvero da solo a gestire circa 100 detenuti suddivisi su 4 piani, è stato aggredito da 2 detenuti entrambi provenienti dall'est Europa". 

I due, prosegue la nota, fanno parte del cosiddetto regime aperto e "rifiutandosi di rientrare nelle proprie camere detentive, hanno dapprima insultato e offeso il collega, per poi schiacciargli letteralmente la mano ed il piede contro il cancello di sbarramento della sezione". 

Il problema, per i sindacati, è che il "regime aperto non prevede protocolli particolari, se non la presenza di un poliziotto penitenziario, esposto a fattori di rischio senza concreta possibilità di poter difendere la propria incolumità fisica. Nell'ultimo caso, tristemente ci riteniamo fortunati a pensare che i due detenuti abbiano spinto violentemente fuori dalla sezione il collega poliziotto". 

A questo punto i sindacati spiegano di essere intenzionati a continuare con lo stato di agitazione già proclamato il 21 Settembre 2016 e annunciano manifestazioni pubbliche per "informare la cittadinanza ed i referenti politici ed istituzionali di quanto sta avvenendo nel penitenziario pisano".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo il boato è scoppiato un incendio che ha generato una gigantesca colonna di fumo nero. Grande paura ma nessun ferito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Cronaca