Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Salvini: «Se ho incontrato Cassese? Non so neppure dove abiti»

Cronaca sabato 28 ottobre 2017 ore 12:15

La pineta, oasi dello spaccio fra Pisa e Livorno

La tenda utilizzata dagli spacciatori nella pineta di Calambrone

I carabinieri sono entrati nella macchia a ridosso dell'Oasi Wwf di Calambrone e hanno arrestato uno spacciatore, dopo una breve colluttazione



PISA — Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri di Pisa assieme al nucleo cinofili di San Rossore e unità della compagnia di intervento operativo di Firenze, hanno dato luogo a un’operazione di contrasto allo spaccio di droga a Calambrone, precisamente in via dei Porcari. La strada che collega il lungomare all’Oasi Wwf del bosco di Cornacchiaia è continuamente monitorata dalle pattuglie dei militari e nel corso del 2017 sono state deferite già oltre 40 persone per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, sorprese subito dopo aver acquistato cocaina in un luogo di spaccio gestito da cittadini di origine marocchina.

La zona di spaccio si trova a ridosso di una pineta nell’Oasi Wwf e lo scambio della sostanza avviene regolarmente a ridosso di una recinzione, utilizzata dagli spacciatori per avere una sicura protezione dagli interventi delle forze dell'ordine, dando quindi la necessaria tranquillità per operare l’attività criminosa.

Nonostante la giornata piovosa di ieri, il viavai di acquirenti giunti in macchina è stato verificato continuo ed intenso. I militari hanno dapprima intercettato due distinte auto di acquirenti, residenti nel livornese, trovati in possesso di dosi di cocaina; i due acquirenti sono stati segnalati alla prefettura livornese quali assuntori di stupefacenti. 

Successivamente, intervenendo con diverse squadre perfettamente mimetizzate nella vegetazione, i Carabinieri sono riusciti a trarre in arresto un 23enne di nazionalità marocchina, irregolare sul territorio nazionale, che, dopo aver ingaggiato una colluttazione con un militare, è stato sopraffatto ed ammanettato. 

Addosso al giovane sono staterinvenute ulteriori dosi di cocaina per un totale di 11 grammi circa, la somma in contanti di 245 euro e un coltello. Inoltre, lo straniero era in possesso di torce e di un binocolo necessario per svolgere la sua attività osservando l'arrivo dei controlli.

All’interno della boscaglia è stata notata una tenda da campeggio, dove si suppone che gli spacciatori abbiano bivaccato in attesa dei clienti; cospicua anche la quantità di rifiuti rinvenuta nell’oasi protetta, segno della continua presenza di persone.

L’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato associato alla locale casa circondariale Don Bosco di Pisa, in attesa dell’udienza di convalida che verrà celebrata nei prossimi giorni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Asl Toscana Centro ha ricostruito le ultime ore di vita del giovane morto da solo in ospedale perchè alla madre è stato negato l'accesso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni