comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 23°23° 
Domani 21°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 04 agosto 2020
corriere tv
Coronavirus, l'Oms ammette: «Non abbiamo un piano B rispetto al vaccino»

Cultura sabato 01 agosto 2020 ore 13:35

Pisa si candida a capitale italiana della cultura

Pisa capitale della cultura, consegnato al Mibact il dossier della candidatura 2022. Il titolo scelto è “L’equilibrio delle contraddizioni”



PISA — Il Comune di Pisa è ufficialmente candidato per il titolo di Capitale italiana della cultura 2022. Il dossier di candidatura è stato consegnato nel pomeriggio di giovedì 30 luglio per posta elettronica certificata al Mibact. Il titolo scelto per la candidatura è “L’equilibrio delle contraddizioni”.

Il documento contiene le linee guida di un programma di attività e azioni culturali redatto a partire dal mese di gennaio 2020 quando si è ufficialmente costituito il Comitato promotore al quale hanno aderito le principali istituzioni culturali della città e della Toscana. Alla definizione del progetto, coordinato dall’assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani, hanno collaborato l’ufficio cultura, ufficio turismo, ufficio lavori pubblici, ufficio infrastrutture e viabilità del Comune di Pisa. Coordinatore della candidatura e dei lavori del Comitato è stato il professor Dario Matteoni.

L’assistenza tecnica e supporto specialistico è stato assicurato da Ptsclas spa di Milano.

Il percorso della candidatura era stato avviato nel dicembre scorso quando il sindaco di Pisa, Michele Conti aveva firmato la richiesta al Ministero dei Beni e delle attività culturali per il procedimento della candidatura. Poi, a gennaio scorso si era tenuta la prima riunione del Comitato promotore nella sala Baleari di palazzo Gambacorti e dal mese di febbraio erano iniziati gli incontri con il mondo della cultura e dell’associazionismo, poi interrotti a causa dell’emergenza Covid-19; molte le adesioni al comitato con progetti da realizzare. Il dossier di candidatura è diviso in tre parti e comprende anche la ecosostenibilità delle azioni, la sostenibilità economico-finanziaria e un dettagliato calendario di eventi diffusi.

“Pisa si candida a Capitale Italiana della Cultura – si legge nel documento - per riflettere su alcune contraddizioni che emergono sempre più vivide nell’espressione urbana della nostra città. La candidatura, però, non rappresenta solo un confronto interno, ma anche uno stimolo per le altre realtà italiane che si riconoscono nei medesimi temi e che con noi vorranno collaborare per un nuovo disegno complessivo di sostenibilità urbana. Il 2022 diventa, quindi, per Pisa un anno in cui le sue diverse anime (cittadini, università, studenti, operatori culturali, associazioni, imprese) riflettono, sperimentano e consolidano pensieri e pratiche condivise per comprendere in che modo la cultura può orientare il ri-disegno della città, la qualità del suo vivere individuale e collettivo, il potenziale relazionale delle nuove tecnologie, affrontando con consapevolezza le contraddizioni della contemporaneità, non da ultima la fragilità del nostro vivere di fronte a bruschi cambiamenti, a situazioni inattese e imprevedibili”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni