comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 24 novembre 2020
corriere tv
Covid, Conte: «Niente vacanze sulla neve a Natale. Non possiamo permetterci una terza ondata»

Attualità sabato 09 maggio 2020 ore 17:21

Posti letto, l'emergenza rientra, chiude la Cross

Termina dopo 67 giorni l'attività della centrale per le maxiemergenze toscana. In due mesi trasferiti 116 pazienti, tutti dal Nord Italia



PISTOIA — La Centrale Operativa Remota per le Operazioni di Soccorso, meglio nota come Cross stasera cessa le proprie attività legate all'emergenza Coronavirus dopo 67 giorni. La centrale per le maxiemergenze, che ha sede nella centrale operativa del 118 di Pistoia-Empoli, è stata una presenza ricorrente nei bollettini della protezione civile nazionale nelle fasi più critiche dell'emergenza Covid.

E' stata la Cross, infatti, a mappare i posti letto disponibili in tutta Italia quando, in particolare al nord, gli ospedali non reggevano il ritmo dei ricoveri, specialmente in terapia intensiva: in tutto sono stati trasferiti 116 pazienti, 76 affetti da Coronavirus e 40 non Covid. Il Comune dal quale è partito il numero più alto di trasferimenti è stato Bergamo con 60 pazioenti, seguito da Milano con 19. In tutto sono stati 15 i Comuni italiani interessati dal servizio della Cross e tutti al Nord: 11 pazienti da Cremona, 5 da Lecco, 4 da Brescia, 3 da Sesto San Giovanni, 2 da Como, da Monza, da Pavia, da Gallarate, da Varese e 1 da Varese, da Lodi, da Piario, da Seriate e da Voghera.

Nel dettaglio, sono state 32 le missioni portate a termine con le ambulanze, 39 con gli elicotteri e 45 con gli aerei. Tutte le missioni si sono servite di mezzi messi a disposizione dal mondo del volontariato.

Per quanto riguarda le destinazioni, 38 missioni sono state alla volta della Germania, 14 in Lombardia, 11 in Piemonte, 11 in Friuli, 9 in Toscana, 8 in Veneto, 7 nel Lazio, 6 in Abruzzo, 6 in Puglia, 6 in Umbria, 4 a Trento , 2 in Calabria, 2 in Molise, 2 in Sicilia e 1 in Liguria.

La chiusura della Centrale è un segnale che lascia ben sperare. "La Cross, dal 2016 ha svolto un ruolo decisivo in occasione di importanti maxiemergenze a livello nazionale, per il coordinamento dei soccorsi sanitari urgenti - ha detto l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - Voglio ricordare il terremoto del centro Italia nell'ottobre 2016, la tragedia dell'hotel Rigopiano nel gennaio 2017, il terremoto di Ischia nell'agosto dello stesso anno, il crollo del ponte Morandi nell'agosto 2018. E non è stata da meno in occasione dell'emergenza Coronavirus". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni