Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:FIRENZE13°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Attualità giovedì 23 marzo 2023 ore 11:25

Alveare robot per scaldare le api d'inverno

api

Nuove tecnologie amiche degli animali, con il sistema in grado di risollevare dal coma gli insetti prostrati dalle temperature rigide



PISA — Api stremate dal freddo dell'inverno: un alveare robot vi salverà, finanche risollevandovi dal coma. E' a metà fra la robotica e l'ecologia comportamentale lo studio pubblicato sulla rivista Science Robotics con focus affidato al ricercatore dell'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna Donato Romano. La sua analisi di uno studio coordinato dal ricercatore Rafael Barmak dell'École Polytechnique Fédérale de Lausanne traccia i possibili benefici dell’interazione animale-robot sull’ambiente e sulla salvaguardia della biodiversità.

Lo studio si sofferma infatti sui benefici di un alveare robotico in grado di monitorare e interagire con le colonie di api, insetti che svolgono un ruolo centrale nella produzione delle colture e nel mantenimento della biodiversità e della stessa vita. Le loro colonie sono tuttavia minate da malattie, parassiti, predatori alloctoni di specie aliena, mutamenti climatici e processi di industrializzazione o abuso di agrochimici.

Ecco che le nuove tecnologie possono rivelarsi amiche degli animali, in questo caso con un alveare robot in grado tra le altre cose di interagire termicamente con le colonie di Apis mellifera messe a repentaglio nelle stagioni fredde.

"Le api - spiega la nota della Scuola Sant'Anna di Pisa - sopravvivono infatti all'inverno come colonia, a differenza di vespe e bombi, ma essendo ectotermi, adottano strategie basate su comportamenti collettivi per raggiungere e mantenere una soglia di temperatura che consenta loro di essere attive e rimanere vitali. La strategia chiave è il 'glomere' invernale, costituito da una fitta aggregazione di api. All’interno del glomere si crea un microclima ottimale per le api".

Non sempre, però. E allora ecco che gli studiosi hanno sviluppato un alveare robotico usato certo per osservare la colonia con invasività minima, ma anche per supportare le colonie. Durante l'inverno le api possono cadere in uno stato di coma spesso mortale: "L'alveare robotico è stato in grado, attraverso l'attivazione degli attuatori termici, di ripristinare il comportamento normale in api in stato comatoso, prevenendo così l'immediato declino della colonia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno