Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:55 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Messina Denaro, in auto in paese due giorni prima dell'arresto

Sport sabato 13 marzo 2021 ore 16:20

Tirreno-Adriatico, Pogacar vince e convince

I 148 chilometri della tappa odierna fanno saltare la classifica. Il Campione del Mondo Julian Alaphilippe perde terreno. Italiani fuori dai giochi



PRATI DI TIVO (TERAMO) — Ci sono un belga, un olandese ed un francese.

Non è l’inizio di una barzelletta. Se diamo un nome ed un cognome alle tre nazionalità ecco il belga Wout Van Aert, l’olandese Mathieu Van der Poel ed il francese Julian Alaphilippe.

I tre fino ad oggi hanno dominato questa edizione della Tirreno-Adriatico e si sono spartiti equamente, una ciascuno, le tre tappe disputate. Tutti e tre hanno vinto con cinismo ed abilità impressionanti, lasciando a tutti gli altri solo piazzamenti.

Oggi i tre erano sotto esame, l’esame cui sottopone una tappa breve ma impegnativa come la Terni-Prati di Tivo, 148 chilometri che presentano tre salite con difficoltà crescente. Prima Sella di Corno, poi il Passo delle Capannelle ed infine l’ascesa fino ai 1.450 metri di Prati di Tivo, quattordici chilometri di pedalate un po' in piedi sui pedali un pò curvi sul manubrio, impegnati a domare una pendenza media del 7% con punte del 12%.

A Prati di Tivo la Tirreno-Adriatico ha già dato spettacolo altre volte e gli appassionati ricorderanno le tappe del 2012 e del 2013. Nel 2012 vinse Vincenzo Nibali, che poi si aggiudicò anche la classifica finale.

Nel 2013 un promettente ed ancora semisconosciuto Chris Froome affrontò con Vincenzo Nibali ed Alberto Contador le rampe di Prati di Tivo.

Froome, allora chiamato il “keniano bianco”, prima mise la Sky a tirare la corsa, poi riuscì a rintuzzare gli scatti e gli attacchi di Nibali e Contador ed infine, alla vista degli ultimi mille metri, si involò in contropiede fino al traguardo, imprendibile.

Oggi la Sky si chiama Ineos Grenadiers e come nel 2013 sulle prime rampe che portano a Prati di Tivo ha cominciato a tirare forsennatamente il gruppo, stavolta per avvantaggiare Egan Bernal e Thomas Gerrants.

Mano mano che i chilometri passano il ritmo si fa più intenso, con Van der Poel che cede quasi subito e Vincenzo Nibali che perde vistosamente terreno poco oltre.

Il lavoro della Ineos si concretizza in uno scatto di Thomas Gerrants che viene raggiunto e superato da Tadej Pogacar.

Lo sloveno insiste nell’azione e non viene più ripreso, neppure da Simon Yates che si avvicina ma non riesce ad attaccarsi alla ruota del vincitore dell’ultimo Tour de France.

Più indietro Wout Van Aert fa quel che può per difendere la Maglia Azzurra ma al traguardo arriva affaticato ed in ritardo di trentacinque secondi, quanto basta per cedere il primo posto in classifica generale a Tadej Pogacar.

Al terzo posto taglia il traguardo il colombiano Sergio Higuita, con Mikel Landa a seguire.

Il Campione del Mondo Julian Alaphilippe perde terreno ed esce di classifica.

Da stasera ci sono uno sloveno, un belga ed un colombiano; ed anche questa non è una barzelletta.

Manca l’Italiano direte Voi.

Il giovane Matteo Fabbro è il primo italiano che troviamo scorrendo l’ordine d’arrivo di oggi. E’ al settimo posto e lo ritroviamo anche nella nuova classifica generale, stavolta in nona posizione.

ORDINE DI ARRIVO

1 – Tadej POGACAR – 3:51:24

2 – Simon YATES a 6 secondi

3 – Sergio HIGUITA a 29 secondi

4 – Mikel LANDA a 29 secondi

5 – Nairo QUINTANA a 31 secondi

NUOVA CLASSIFICA GENERALE

1 – Tadej POGACAR IN 17:53:21

2 – Wout VAN AERT a 35 secondi

3 – Sergio HIUGUITA a 38 secondi

4 – Mikel LANDA a 38 secondi

5 – Nairo QUINTANA a 41 secondi


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna di 87 anni è stata soccorsa dal personale del 118 ma i medici ne hanno dovuto constatare il decesso. Un'altra persona è rimasta ferita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità