Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:57 METEO:FIRENZE19°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 15 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Archiviata la vicenda marò: l'Italia pagherà un indennizzo da oltre 1 milione di euro all'India

Attualità mercoledì 10 marzo 2021 ore 18:55

Nella Rsa anziani positivi al Covid, erano stati vaccinati

Hanno ricevuto la seconda dose 35 giorni fa e sono asintomatici. Accertamenti per capire se queste positività siano relative alle varianti del virus



PRATOVECCHIO STIA — Già vaccinati con entrambe le dosi, eppure positivi al coronavirus. E' successo a dieci anziani ospiti della rsa di Pratovecchio Stia che hanno ricevuto la seconda dose di vaccino 35 giorni fa. Dopo il caso della rsa nel senese dove ad essere contagiati sono stati 15 anziani, questa volta tocca alla provincia di Arezzo.

A rendere nota la positività degli anziani è stata la Ausl sud est, che ha spiegato che tre anziani sono stati già trasferiti in una rsa Covid, mentre gli altri sono stati isolati e a breve saranno trasferiti.

Per quanto riguarda le condizioni di salute dei dieci positivi si apprende che al momento sono tutti asintomatici.

Per fare luce su questa anomalia i tamponi degli anziani sono stati inviati a un laboratorio: c'è da accertare se queste positività siano relative alle varianti inglese o brasiliana, che sono già state riscontrate in alcuni cittadini della provincia di Arezzo.

“Il primo elemento da mettere in rilievo – ha sottolinetao Danilo Tacconi, Direttore di Malattie infettive al San Donato – è che questi positivi sono asintomatici. Questo conferma che in determinati casi chi ha concluso il ciclo vaccinale può prendere l’infezione ma è protetto dalla malattia. La possibilità dell’infezione è più forte in caso di variante rispetto a quella del primo ceppo che abbiamo registrato”.

“E’ evidente che la vaccinazione – ha aggiunto Tacconi – non deve assolutamente indurre ad abbandonare le misure di precauzioni. Nel caso del vaccino Pfizer, quello somministrato agli ospiti Rsa, la protezione scatta 15 giorni dalla seconda dose ed è dalla malattia, soprattutto dagli effetti più gravi di essa: non a caso gli ospiti della Rsa di Pratovecchio Stia sono asintomatici. Altro elemento che deve indurre tutti a continuare ad applicare le norme di prevenzione è che il vaccinato che contrae l’infezione, può ovviamente trasmetterla ad altri”.

“La rilevazione dei casi di positività all’interno della nostra rsa - ha detto Nicolò Caleri, sindaco di Pratovecchio Stia - ha naturalmente destato una certa apprensione nella popolazione. Innanzitutto in merito alla salute degli ospiti ma anche riguardo alla efficacia della copertura vaccinale. Proprio per questo è particolarmente importante la precisazione effettuata dalla Ausl sugli effetti del vaccino e sulla distinzione tra infezione e malattia”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio è avvenuto sabato, l'uomo è stato arrestato dopo l'allarme lanciato da un carabiniere in quel momento fuori servizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità