Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:55 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ministro Guido Crosetto canta Bella Ciao alla serata con Fiorello per il Bambino Gesù

Cronaca giovedì 18 giugno 2015 ore 15:17

Ricattatore seriale a luci rosse, 60 vittime

Sul pc dell'uomo arrestato nei giorni scorsi dopo la denuncia di una fiorentina è stato trovato un archivio con video e foto hard di decine di donne



FIRENZE — Si aggrava la posizione del 41enne di Firenze arrestato dalla polizia di Catanzaro il 10 giugno per aver ricattato una giovane donna adescata sui social network, minacciando di divulgare le foto e i video hard che lei gli aveva spedito ignara del pericolo. 

La polizia postale di Firenze ha infatti perquisito due giorni dopo l'abitazione dell'uomo, che si è trasferito a Lucca e nel suo computer ha trovato un vero e proprio archivio con nomi, cognomi, video e immagini di altre 60 vittime

L'ipotesi è che l'uomo si sia comportato con loro come ha fatto con la prima vittima che ha sporto denuncia, una 38enne fiorentina.

Secondo quanto raccontato dalla donna agli inquirenti, avrebbe conosciuto l'uomo su una chat on line. Dopodiché avrebbe instaurato con lui una relazione virtuale mandandogli foto hot e video a sfondo sessuale. A quel punto l'uomo le avrebbe chiesto 200 euro, minacciandola di diffondere il materiale hard, e lei glieli avrebbe versati su una carta postepay.

Un meccanismo che secondo gli inquirenti sarebbe stato usato in altre occasioni. Gli agenti della postale hanno infatti contattato alcune delle donne presenti nell'archivio virtuale e in sette avrebbero già provveduto a denunciare il 41enne

Alcune di loro, infatti sono state costrette a sborsare anche 1000 euro all'uomo, che le minacciava di spedire le immagini e i video di autoerotismo che gli avevano mandato a tutti i loro contatti e amici su Facebook.

L'uomo al momento si trova in carcere a Lucca.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel capannone c'era marijuana per un profitto di un milione l'anno e 88 lampade alimentate con allaccio abusivo. La droga destinata al nord Europa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Toscani in TV