comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE6°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 18 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Calenda telefona in diretta, Mastella si alza e se ne va: lo scontro in diretta da Lucia Annunziata

Attualità giovedì 22 ottobre 2020 ore 12:00

Concorsone scuola, test per i primi 1.600 precari

Concorso

Partito il concorso straordinario per la scuola secondaria riservato a chi ha più di 36 mesi di servzio. Ma i sindacati tuonano per il rischio Covid



ROMA — E' iniziato oggi il concorso straordinario o "concorsone" per la scuola secondaria di primo e secondo grado riservato agli insegnanti che hanno più di 36 mesi di servizio. Dei 64.000 che hanno presentato domanda (per 32.000 posti disponibili), oggi hanno svolto la prova i primi 1.645 candidati, spalmati su 171 aule su tutto il territorio nazionale. 

Per la Toscana, stando ai dati usciti ad Agosto subito dopo la conclusione dei termini per la presentazione delle domande, sono state presentate 5.923 domande (prima c'è solo la Lombardia con 12.385 domande).

Le misure precauzionali e lo scaglionamento dei candidati sono dettati dall'emergenza Covid: misurazione della temperatura all'ingresso, obbligo di indossare sempre e correttamente la mascherina, distanza di sicurezza e divieto assoluto di creare assembramenti. Prescrizioni che richiedono grande attenzione da parte di tutti visto l'elevatissimo numero di persone che in contesti come quello di un concorso inevitabilmente si crea. 

Le prove andranno avanti fino al 16 novembre proprio per garantire lo scaglionamento dei partecipanti e la sicurezza. 

Ma la decisione di andare avanti sul concorso straordinario con la nuova impennata di contagi delle ultime ore ha fatto infuriare i sindacati: "Chi si prende la responsabilità di voler fare a tutti i costi questo concorso per la scuola, ne pagherà le conseguenze fino alla fine", hanno detto Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda che hanno chiesto un immediato confronto con la ministra Lucia Azzolina.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

L'EDITORIALE