Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 11 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«Raga, se arrivano gli sbirri nessuno scappa», la guerriglia a San Siro

Attualità domenica 01 novembre 2020 ore 11:00

Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm

Riunione dei ministri Speranza e Boccia con Regioni, Comuni e Province per discutere le nuove misure anti-Covid, Conte lunedì alla Camera e al Senato



ROMA — Aumentano i contagi per Covid in Italia e questa seconda ondata preoccupa e non poco il Governo, tanto che il ministro alla Salute Roberto Speranza ha parlato di "curva terrificante" e per questo è atteso per Lunedì un nuovo Dpcm del premier Giuseppe Conte con nuove strette e misure anti-contagio. 

Una settimana, quella passata, che è stata segnata dalle manifestazioni contro l'ultimo decreto del premier varato domenica 25 Ottobre, e adesso il Governo sta valutando una ulteriore stretta.

La giornata di ieri ha visto un vertice del premier Conte con i capidelegazione e una nuova riunione del Comitato Tecnico Scientifico, dove sarebbe emersa l'indicazione di una stretta locale dove l'indice Rt, quello di trasmissione del virus, è più alto. Gli esperti del Cts avrebbero anche sottolineato la necessità di attendere ancora qualche giorno per vedere gli effetti del Dpcm del 24 Ottobre.

Oggi in videoconferenza la riunione dei ministri alla Salute, Roberto Speranza, e agli affari regionali Francesco Boccia con i rappresentanti di Regioni, Comuni e Province, per discutere proprio delle nuove misure valutate dal governo per contrastare la seconda ondata dell'epidemia. "Se ci vorrà se c'è la necessità di una, due, tre settimane di stop in alcuni territori, perché l'Rt non è uguale dappertutto", ha sottolineato il ministro Boccia. 

Al centro della le misure da adottare in particolare nei territori cui l'emergenza è più acuta come nelle aree metropolitane di Roma, Milano, Genova e Torino.

Presenti in conferenza i presidenti delle Regioni. Per il governatore della Toscana Eugenio Giani non è il momento di lockdwon, la sua indicazione resterebbe quella di nessuna zona rossa in Toscana, sempre che non lo preveda il nuovo Dpcm.

Nel pomeriggio è convocata una nuova riunione di Conte con i capidelegazione, allargata ai ministri più direttamente interessati dalle questioni legate alla gestione della pandemia. Alle ore 17 si uniranno anche i capigruppo di maggioranza.

Lunedì 2 novembre alle 12 il premier Giuseppe Conte terrà alla Camera comunicazioni sull'emergenza Covid e alle 17 al Senato per riferire sui prossimi provvedimenti per la gestione dell'emergenza.

Per i nuovi provvedimenti quindi sarebbe veramente questione di poche ore.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La prossima settimana, tra martedì e mercoledì, arriveranno le prime 184mila dosi del siero anti-Covid di Johnson & Johnson. Basta una sola dose
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca