comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:41 METEO:FIRENZE-1°9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 27 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid-19, anticorpi monoclonali: viaggio nel laboratorio di Pomezia che li produce

Attualità venerdì 13 novembre 2020 ore 19:10

Covid, l'indice Rt in Italia scende a 1,4 ma i nuovi casi sono 41mila

Rezza (Ministero della salute):"E' un primo segnale di diminuzione ma deve scendere al di sotto di 1". In calo i morti e i ricoveri in intensiva



ROMA — L'indice di trasmissione del contagio a livello italiano è sceso da 1.7 a 1.4 secondo il nuovo monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità relativo al perido fra il 2 e l'8 Novembre. Lo ha reso noto Gianni Rezza, direttore del Dipartimento prevenzione del Ministero della salute.

Il calo dell'indice Rt è un primo segnale di diminuzione della trasmissione del contagio ma la prudenza è d'obbligo. "Il numero di casi di Covid in Italia nella settimana in esame è salito a 650 ogni 100mila abitanti (nel monitoraggio precedente era 550x100.000) - ha detto Rezza - e l'indice Rt  resta comunque al di sopra di 1, il limite massimo di sicurezza. Il virus continua a circolare in tutto il Paese".

Rezza ha comunque confermato che il leggero calo dell'indice è uno primo segnale di rallentamento della trasmissione del virus che potrebbe essere attribuita ai provvedimenti di restrizione adottati nelle ultime settimane.

Rezza ha sottolineato anche il forte aumento dei ricoveri in ospedale, sia nei reparti Covid ordinari che in quelli di terapia intensiva. "E questo chiaramente giustifica ulteriori misure di restrizione che devono essere prese soprattutto nelle regioni a rischio più elevato per indurre la popolazione a comportamenti prudenti".

Fra queste c'è anche la Toscana che, da domenica 15 Novembre, entrerà ufficialmente in zona rossa (vedi qui sotto gli articoli collegati).

Per quanto riguarda il bollettino nazionale odierno, i nuovi casi positivi diagnosticati nelle ultime 24 ore sono 40.902, il numero più alto mai riscontrato, contro i 37.978 di ieri. I nuovi casi sono stati individuati eseguendo 254.908 tamponi e anche questo è un nuovo record: la percentuale di positivi rispetto ai test eseguiti resta invariata, il 16%. In calo i deceduti, oggi 550 contro i 636 di ieri e si abbassa anche l'incremento dei nuovi pazienti in rianimazione, oggi solo 60, il numero più basso da molte settiumane a questa parte (il totale è 3.230. Le persone contagiate entrate in isolamento domiciliare nelle ultime 24 ore sono 27.771 per un totale su scala nazionale di 629.782. In totale, in Italia le persone che sono malate di Covid (asintomatici compresi) è 663.000.

La Lombardia resta la regione con il maggior numero di nuovi casi, 10.634, duemila in più rispetto a ieri. Segue il Piemonte con 5.258 casi, la Campania con 4.079, il Veneto con 3.605, il Lazio con 1.925, la Toscana con 2.478, l'Emilia Romagna con 2.384, la Sicilia con 1.707, la Puglia con 1.350, la Liguria con 1.209.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca