Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 28 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, tensioni al corteo anarchico per Alfredo Cospito: ferito un poliziotto

Attualità mercoledì 24 novembre 2021 ore 19:15

Il governo vara il decreto del supergreen pass

Mario Draghi - foto governo.it
Mario Draghi - foto governo.it

Sarà in vigore dal 6 Dicembre al 15 Gennaio. La durata si riduce a 9 mesi. Niente attività sociali per i non vaccinati anche in zona bianca



ROMA — Il governo Draghi ha approvato il nuovo decreto anti-Covid, finalizzato a fronteggiare la quarta ondata della pandemia scongiurando lockdown e restrizioni generalizzate, premiando i cittadini che si sono vaccinati o sono guariti dall'infezione da meno di 6 mesi e limitando le attività sociali dei non vaccinati.

Alcune delle norme contenute nel nuovo decreto saranno in vigore dal 6 Dicembre 2021 al 15 gennaio 2022. In questo periodo, le restrizioni per i no vax saranno valide in zona bianca, gialla, arancione e rossa.

"Vogliamo prevenire per preservare, per riuscire a conservare quello che gli italiani sono riusciti a conquistare nel corso di quest'anno - ha dichiarato il presidente del Consiglio Mario Draghi in apertura della conferenza stampa convocata per illustrare i dettagli del decreto - Vogliamo conservare la normalità che abbiamo conquistato, di lavorare, di avere i ragazzi a scuola, di andare in giro, di combattere la povertà".

Il ministro Speranza ha spiegato che nel decreto ci sono 4 ambiti di intervento:

OBBLIGO VACCINALE

L'obbligo vaccinale, dose di rinforzo o terza dose compresa, finora limitato al personale sanitario e delle residenze sanitarie assistite, viene esteso al resto del personale delle strutture della sanità, alle forze dell'ordine, ai militari, al personale della scuola, docente e non docente.

L'obbligo di esibire un tampone molecolare o un test antigenico rapido, rece ti e con esito negativo, viene esteso anche agli ospiti degli alberghi, a chi utilizza gli spogliatoi degli impianti sportivi, ai viaggiatori del trasporto ferroviario regionale e interregionale, delle metropolitane e degli autobus del trasporto pubblico locale.

DURATA DEL GREEN PASS

La durata della certificazione verde viene ridotta da 12 a 9 mesi.

SUPERGREEN PASS o GREEN PASS RAFFORZATO

Dal 6 Dicembre al 15 Gennaio viene introdotto un green pass rafforzato (o supergreen pass), ottenibile solo con la vaccinazione o con la guarigione dal Covid, che sarà necessario anche in zona bianca per accedere in tutti luoghi dove è già richiesto (bar e ristoranti, piscine e palestre, stadi, cinema, teatri, eventi pubblici). 

I non vaccinati quindi potranno andare al lavoro, a fare la spesa, salire su treni e bus e accedere ai servizi essenziali esibendo il risultato negativo di un tampone molecolare o antigenico rapido ma, non avendo il supergreen pass, non potranno più entrare nei luoghi dove è richiesto, in pratica tutti i luoghi della socialità.

Se per un aumento dell'incidenza dei contagiati e dei ricoveri per Covid le regioni vanno in zona gialla o arancione, per le persone vaccinate non ci saranno restrizioni.

CONTROLLI

Saranno rafforzati i controlli in tutti i luoghi dove i green pass vengono utilizzati. I Comitati per l'ordine e sicurezza pubblica dovranno organizzare piani settimanali e rendicontare l'esito delle verifiche al ministero dell'interno.

DOSE DI RINFORZO DOPO 5 MESI

Da oggi chi ha dai 40 anni in su può ricevere la dose di rinforzo dopo 5 mesi dalla fine del ciclo vaccinale primario (2 dosi per i vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, 1 per quello di Johonson & Johnson. Dal primo dicembre la terza dose sarà somministrabile, sempre dopo 5 mesi dalla seconda, a partire dai 18 anni.

INGRESSI IN ITALIA DALL'ESTERO

Il ministro Speranza ha annunciato che l'Unione Europea sta mettendo a punto nuove regole per gli spostamenti, sottolineando che comunque l'Italia ha già adottato da tempo regole molto robuste e severe per gli ingressi entro i confini nazionali dall'estero. Per chi arriva in aereo o in treno il tracciamento dei viaggiatori è già garantito tramite il passenger locator form e i controlli effettuati alla partenza dalle compagnie aeree e ferroviarie (chi non ha compilato il passenger locator form non sale). Il governo sta ora valutando controlli a tampone alla frontiera per chi arriva in auto.

Notizia in aggiornamento


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno