Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE21°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 09 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Olivia Newton John: la trasformazione nel finale di «Grease»

Attualità giovedì 17 marzo 2022 ore 14:40

In Italia si ricovera ancora, il Covid non molla

La curva epidemiologica cresce e gli ospedali registrano nuovi ricoverati. L'inversione di tendenza è confermata dall'ultimo monitoraggio nazionale



ROMA — Il Covid non molla, la curva epidemiologica negli ultimi giorni è tornata a crescere e di pari passo è rallentata la discesa dei ricoveri soprattutto in area medica, mentre le terapie intensive sono stabili.

La Toscana è in linea con la media nazionale e reagisce bene al ritorno dei contagi, segnala infatti un calo per quanto riguarda i ricoveri di terapia intensiva al 5% mentre è stabile l'occupazione dei posti letto nei reparti di area medica al 13%.

Ci sono però Regioni che hanno accusato maggiormente il nuovo incremento dei casi di contagio e dei ricoveri nei reparti dedicati ai pazienti Covid.

Il monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe ha evidenziato che la curva epidemiologica nazionale ha fatto registrare un 36% di casi in più tra il 9 ed il 15 Marzo. I ricoveri in area medica sono calati del 3,5% mentre le terapie intensive sono calate del 16,4% e i decessi del 18,7%. Dati sensibilmente ridotti ma lontani dalle aspettative di un graduale ritorno alla normalità con l'avvicinarsi della primavera.

Ci sono 17 province che riportano un'incidenza pari a oltre 1.000 casi per 100.000 abitanti e 66 province con incidenza superiore a 500 casi per 100.000 abitanti.

Per quanto riguarda l'occupazione delle terapie intensive occupate dai pazienti Covid i numeri li fornisce l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. E' stato registrato un dato medio stabile al 5% in Italia ed un calo in sole 8 regioni che non superano il 10%. Un anno fa era al 36% nelle intensive ed al 40% in area medica.

Sempre Agenas riporta che in Italia l'occupazione dei posti letto nei reparti di area medica è stabile al 13%, eccezione per alcune regioni come la Calabria che è al 30%, l'Umbria al 25% e la Basilicata al 24%, Sicilia 23% e Sardegna 21%. 

L'occupazione delle terapie intensive cala in 8 regioni: Basilicata al 3%,Lazio 7%, Marche e Piemonte 3%, Puglia 4%,Toscana 5%, Valle d'Aosta e Veneto. Resta stabile in 13 Regioni come l'Abruzzo, la Calabria e la Campania, l'Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Molise, Provincia di Bolzano e di Trento, Sardegna, Sicilia, Umbria.

L'occupazione nei reparti di area medica cresce in 5 Regioni: Basilicata al 24%, Campania 14%, Marche 16%, Provincia di Trento al 7%, Sardegna al 21%. E' stabile in Calabria al 30%, Lazio 16%, Lombardia 8%, Piemonte 9%, Puglia 19%, Sicilia 23%, Toscana 13%, Umbria 25% e Veneto 7%. Scende invece in 7 Regioni come l' Abruzzo al 20%, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Provincia di Bolzano e Valle d'Aosta. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una vettura contromano sulla Firenze Pisa Livorno si è scontrata con altre due automobili. Cinque persone sono rimaste ferite nell'incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca