comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:21 METEO:FIRENZE12°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 26 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Attualità sabato 17 ottobre 2020 ore 14:05

Governo-Regioni, la Toscana insiste sugli orari scaglionati

Chiuso anche il vertice con i ministri Boccia e Speranza in vista del nuovo dpcm. Il governatore Giani ha chiesto misure contro la calca sui bus



ROMA — Concluso anche il secondo, atteso, vertice della giornata in vista del nuovo dpcm con le nuove misure anti-Covid atteso per le prossime ore, presumibilmente tra domani e lunedì (ma si parla anche già di stasera o stanotte): al tavolo, nella sede della Protezione Civile Nazionale, il Governo rappresentato dai ministri per le Autonomie Francesco Boccia e della Salute Roberto Speranza (in collegamento), il capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli e il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri e le Regioni. 

In videoconferenza è intervenuto anche il neo governatore della Regione Toscana Eugenio Giani che, a margine di una conferenza stampa a Firenze sul nuovo sistema di prenotazione dei tamponi, ha detto di aver chiesto un intervento del governo sullo scaglionamento degli orari scolastici per ridurre il problema degli assembramenti sui bus negli orari di punta (bus che, peraltro, sono semivuoti nel resto della giornata): "Ritengo - ha detto Giani - sia importante lavorare sul trasporto pubblico perché è il luogo di maggiore contagio, il luogo dove si creano gli assembramenti e vediamo troppo spesso questi autobus stracarichi". Da qui la richiesta: "Ho chiesto - ha aggiunto Giani - di agire affinché la pubblica istruzione dia disposizione perché l'ingresso e l'uscita da scuola sia più scaglionata".

"Finora, all'inizio dell'anno scolastico non ne avevamo necessità perché l'assestarsi degli orari portava necessariamente uno scaglionamento. Ora non più", ha detto ancora Giani. 

Sulle terapie intensive, inoltre, Giani ha detto che "siamo tra le regioni che hanno più dotazioni potenzialmente funzionanti di terapia intensiva. Se in questo momento sono circa 50 le terapie intensive usate ce ne sono 375 pronte e in 48 ore possono diventare 500".

Tra le altre ipotesi emerse nel vertice sulle nuove misure ci sono una possibile stretta sugli orari della movida e provvedimenti sulla didattica a distanza.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro