Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:35 METEO:FIRENZE17°30°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Che senso ha parlare di Matteotti 100 anni dopo?

Cronaca giovedì 30 maggio 2024 ore 16:40

Pagamenti sospetti? No, truffa per svuotare i conti correnti

polizia postale

Un sms che segnala movimenti di conto poco chiari, e un falso operatore o poliziotto che chiede i dati bancari. Alert della polizia postale



ROMA — Pagamenti sospetti dal conto corrente? Macché: è una nuova truffa che in queste ore sta raggiungendo i cittadini anche in Toscana e su cui la polizia postale ha diramato l'alert. Obiettivo del malfattori: svuotare il conto corrente da tutti i risparmi. E spesso ci riescono.

"La truffa - illustra la Polposta - si sviluppa in due fasi: un sms informa il destinatario della presenza di richieste di pagamento e operazioni sospette sul conto corrente; successivamente all’invio del messaggio, un presunto operatore della banca, in altri casi un falso agente di polizia, si offre di aiutare la vittima del raggiro a mettere in sicurezza i suoi risparmi". 

L’utente che cade nella trappola inconsapevolmente fornisce al truffatore i suoi dati bancari comunicandoli al telefono oppure digitandoli su false piattaforme online graficamente simili ai siti ufficiali. Per i banditi è fatta, e i risparmi di una vita spariscono.

Il consiglio della polizia postale per proteggersi: "Per accedere ai servizi di home banking utilizzare solamente App e sito ufficiale, evitando di cliccare su link ricevuti tramite sms visualizzati in coda alle comunicazioni inviate dalla banca. In nessun caso comunicare i propri dati bancari al telefono, anche se a chiederli sono operatori che si qualificano come forze dell’ordine".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno