Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Attivisti per il clima protestano all'aeroporto di Monaco di Baviera: chiusa per qualche ora la pista nord

Cronaca giovedì 23 novembre 2017 ore 16:50

"Parlamentari, aprite un conto in una filiale Mps"

Marco Morelli

L'amministratore delegato del Monte dei Paschi Morelli ha rivolto questo appello ai membri della commissione d'inchiesta sulle banche



ROMA — La lunga audizione davanti alla commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche dell'amministratore delegato del Monte dei Paschi Marco Morelli, appena riconfermato dal Ministero dell'economia nel suo incarico, si è conclusa con un appello inaspettato rivolto proprio ai deputati e senatori che siedono nella commissione: "Aprite un conto corrente al Monte dei Paschi - ha detto Morelli - serve un segnale concreto di fiducia nella nuova gestione della banca, ora controllata dallo Stato".

Anche perchè nonostante che la banca senese stia recuperando più velocemente del previsto la raccolta e i depositi perduti nel 2016 (perdite - secondo Morelli - aggravate anche dall'esito negativo del referendeum costituzionale), per la ripresa servirà altro tempo. "Il ritorno della banca a una redditività sostenibile e al recupero di quote del mercato non possono essere realizzati in breve tempo - ha detto Morelli - Al 30 di settembre sono stati recuperati undici miliardi di euro e il ripristino va al merito dei lavoratori della banca".

Durante l'audizione, Morelli insieme al presidente di Mps Alessandro Falciai ha consegnato la lista dei cento grandi debitori insolventi dell'istituto di credito e l'elenco è stato subito secretato.

Morelli ha anche risposto ad alcune domande sui mesi trascorsi ai vertici del Monte dei Paschi fra l'ottobre del 2008 e il febbraio 2009, periodo al termine del quale la Banca d'Italia gli ha inflitto una sanzione da duecentomila euro. Morelli ha replicato sottolineando che, in sede penale, la sua posizione è stata archiviata e che contro la sanzione ha presentato a suo tempo ricorso. Per iul resto, "quando fui nominato cfo, le operazioni Antonveneta e Fresh erano già state concluse - ha ricordato Morelli - Insieme al capo del risk management facemmo una ricognizione dell'area finanza chiedendo al direttore generale Vigni di fare audit sulle attività di tesoreria, capital management e finanza portate avanti dalla società del gruppo. La richiesta venne esaudita due mesi dopo, l'audit andò avanti per due o tre mesi, non venni mai messo al corrente dell'esito e dopo le vacanze di Natale comunicai la mia decisione di andarmene. Mi sono dimesso ai primi del febbraio 2009".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Violenti temporali si sono abbattutti su parte della Toscana. Famiglie senza luce e acqua. Strade interrotte e treni in tilt per via di una frana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica