Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:37 METEO:FIRENZE23°40°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump alla convention di Milwaukee: «Sono qui davanti a voi per la grazia di Dio»
Trump alla convention di Milwaukee: «Sono qui davanti a voi per la grazia di Dio»

Sport sabato 09 marzo 2024 ore 19:00

Rugby, storica vittoria italiana sulla Scozia

Con quattro toscani in campo l’Italia si è aggiudicata anche la Cuttitta Cup, il trofeo delle annuali sfide tra le due nazionali nel 6 Nazioni.



ROMA — Niccolò Cannone, Lorenzo Cannone, Federico Mori e Gianmarco Lucchesi ricorderanno per sempre la partita di ieri, quella della storica vittoria sulla Scozia nel Guinness 6 Nazioni 2024 per 31 29, quella con un finale cardiopalma prima di poter esultare come non accadeva da ben 4011 giorni dopo l’ultimo successo in casa con l’Irlanda il 16 marzo del 2013.

Con questa vittoria l’Italia si è aggiudicata anche la Cuttitta Cup, il trofeo in palio nelle annuali sfide tra le due nazionali nel corso del 6 Nazioni.

Al cospetto dello Stadio Olimpico al gran completo la Nazionale ha scritto una delle pagine più belle della propria storia, che tutti si augurano sia la prima di un nuovo corso sotto la guida dell’Head Coach Gonzalo Quesada che sta prendendo forma anche nei risultati.

“Il merito più grande è dei ragazzi, e di tutto lo staff. Lavoriamo molto, ho passato settimane a convincere i giocatori del loro potenziale, io non ho trasformato niente. Abbiamo vinto contro una squadra forte, arrivata qui ancora in corsa per giocarsi il successo nel Torneo, e lo abbiamo fatto con un’ottima disciplina difensiva, con tanto cuore e tanto coraggio, ma anche e soprattutto con un gioco strutturato, gestendo bene le scelte nelle zone del campo e a seconda del momento della partita.” Ha dichiarato Quesada in conferenza stampa “Stiamo mantenendo l’identità coraggiosa costruita negli ultimi tempi dalla squadra, ma allo stesso tempo strutturando il nostro gioco con elementi nuovi. Come allenatore sono naturalmente felicissimo, ma so anche che c’è ancora tanto potenziale inespresso, ed il nostro obiettivo è quello riuscire a farlo quanto prima. Trovarsi sotto 14 a 3 contro una squadra del livello della Scozia non è stato facile ma non abbiamo mollato mai niente continuando a credere di poterci costruire la nostra partita fino in fondo. Vedere le lacrime di giocatori e staff è stato qualcosa di molto profondo, dobbiamo fare ancora di più per consolidare conquiste come questa”.

Gli Azzurri hanno regalato ai tifosi non solo la vittoria ma anche una partita caratterizzata da una prestazione di grande maturità, un match giocato a ritmi elevati per tutti gli ottanta minuti contro una squadra che era scesa a Roma per vincere e gettare le basi per provare addirittura a conquistare questa edizione del 6 Nazioni andando a giocarsi il tutto per tutto la settimana prossima a Dublino con l’Irlanda.

Il primo tempo si è chiuso con la Scozia in vantaggio per 22 a 16 ma poi piano piano nella seconda frazione di gioco la vittoria dell’Italia ha preso forma sia in fase di conquista che in mischia e nella splendida difesa che soprattutto nei lunghissimi minuti finali ha imbrigliato il gioco scozzese, incapace di superare il muro italiano, un Vallo di Adriano solido ed insuperabile.

In meta per gli Azzurri sono andati Brex nel primo tempo lanciato da un calcio in avanti di Page-Relo oltre all’esordiente Lynagh ed a Varney. Garbisi ha contribuito al successo con un 5 su 6 dalla piazzola.

Sabato prossimo l’Italia scenderà in campo a Cardiff per affrontare il Galles nell’ultima partita del Guinness 6 Nazioni 2024, una sfida che difficile ma che sembra adesso alla portata dell’Italia.

“È presto per dire a che punto siamo, il match col Galles potrà darci risposte importanti su questo.” ha dichiarato il capitano degli Azzurri Michele Lamaro, autore ieri di ben 24 placcaggi “ Festeggiamo di sicuro, però è sempre quello che si fa domani a determinare la consistenza di una squadra, non il passato da celebrare, e il nostro domani ora è la strada verso Cardiff”.

Michele Lamaro ha ragione ma intanto l’Italia s’è desta.


Roma, Stadio Olimpico
GUINNESS SIX NATIONS 2024Sabato 9 marzo 2024
ITALIA v SCOZIA 31-29 (p.t. 16-22)


Marcatori: PT 1’ c.p. Garbisi (3-0); 6’ m. Fagerson, t. Russell (3-7); 11’ m. Steyn, t. Russell (3-14); 14’ m. Brex, t. Garbisi (10-14); 24’ Russell (10-17); 28’ m. Schoeman, n.t. (10-22); 34’ c.p. Garbisi (13-22); 39’ c.p. Page-Relo (16-22). ST 44’ m. Lynagh, n.t. (21-22); 58’ m. Varney, t. Garbisi (28-22); 73’ c.p. Garbisi (31-22); 79’ m. Skinner, t. Russell (31-29)

Italia: 15 Ange Capuozzo, 14 Louis Lynagh (70’ Federico Mori), 13 Juan Ignacio Brex, 12 Tommaso Menoncello (79’ Leonardo Marin), 11 Monty Ioane, 10 Paolo Garbisi, 9 Martin Page-Relo (50’ Stephen Varney), 8 Ross Vintcent, 7 Michele Lamaro (c), 6 Sebastian Negri (58’ Lorenzo Cannone), 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone (72’ Andrea Zambonin), 3 Simone Ferrari (50’ Giosuè Zilocchi), 2 Giacomo Nicotera (50’ Gianmarco Lucchesi), 1 Danilo Fischetti (58’ Mirco Spagnolo)
A disposizione: 16 Gianmarco Lucchesi, 17 Mirco Spagnolo, 18 Giosuè Zilocchi, 19 Andrea Zambonin, 20 Lorenzo Cannone, 21 Stephen Varney, 22 Leonardo Marin, 23 Federico Mori

Head Coach: Gonzalo Quesada

Scozia: 15 Blair Kinghorn, 14 Kyle Steyn, 13 Huw Jones, 12 Cameron Redpath, 11 Duhan van der Merwe, 10 Finn Russell (cc), 9 George Horne (58’ Ali Price), 8 Jack Dempsey, 7 Rory Darge (70’ Jamie Ritchie) (cc), 6 Andy Christie ((58’ Matt Fagerson), 5 Scott Cummings, 4 Grant Gilchrist (69’ Sam Skinner), 3 Zander Fagerson (69’ Millar-Mills), 2 George Turner (58’ Ewan Ashman), 1 Pierre Schoeman (58’ Alec Hepburn)
A disposizione: 16 Ewan Ashman, 17 Alec Hepburn, 18 Elliot Millar-Mills, 19 Sam Skinner, 20 Jamie Ritchie, 21 Matt Fagerson, 22 Ali Price, 23 Kyle Rowe

Head Coach: Gregor Townsend

Arbitro: Angus Gardner (RA)
Assistenti: Karl Dickson e Adam Leal (RFU)
TMO: Marius van der Westhuizen (SARU)

Cartellini: nessuno

Calciatori: Garbisi (ITA) 5/6; Russell (SCO) 4/5; Page-Relo 1/1

Player of the Match: Juan Ignacio Brex (ITA)

Note: giornata parzialmente nuvolosa. Spettatori 69.800 di cui oltre 15.000 scozzesi

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno