Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:05 METEO:FIRENZE17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità lunedì 27 aprile 2020 ore 11:15

Le aziende dell'export possono ripartire subito

Una circolare inviata dal governo ai prefetti inserisce le imprese esportatrici fra le aziende strategiche che quindi possono riaprire da oggi



ROMA — Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, illustrando ieri sera i contenuti del nuovo decreto per la fase 2 dell'emergenza coronavirus, non ne ha fatto cenno. Ma all'ultimo tuffo le istanze avanzate dalla Regione Toscana e dai sindaci per la riapertura delle aziende orientate prevalentemente alle esportazioni, a partire da quelle del comparto tessile e della lavorazione dell'oro e dei metalli rivolte al mercato estero, sono state accettate: una circolare inviata dal governo ai prefetti ha infatti inserito queste imprese fra quelle ritenute strategiche per l'economia nazionale e basterà comunicare la riapertura al prefetto per riprendere le produzioni.

La notizia del via libera alla riapertura anticipata è stata confermata dal presidente della Regione Enrico Rossi e dalle associazioni di categoria.

"Ripartono da oggi i settori produttivi dell’export esposti alla concorrenza internazionale.
Avevamo chiesto questo da tempo e proprio per questa data; perché da quei settori dipende più di un terzo della ricchezza della nostra Regione - ha scritto Rossi sul suo suo profilo Facebook - Ci hanno dato ragione. Ringrazio per questo il governo Conte.
La Toscana è pronta e ha elaborato protocolli di sicurezza ancora più rigidi di quelli nazionali. Anche i cantieri pubblici possono riprendere l’attività. Per essi vale il protocollo adottato tra Regione, imprese e sindacati".

Nelle scorse settimane è stato soprattutto il comparto tessile toscane a spingere per la riapertura anticipata.

"Quella di domani sarà per Prato la giornata decisamente più vivace delle ultime settimane: sarà bello, l'inerzia non è nelle nostre corde - ha dichiarato Francesco Marini, vicepresidente di Confindustria Toscana Nord - Alcune imprese, di tutti i settori ma per lo più produttori di tessuti e filati e meccanotessili, riapriranno a pieno titolo, con comunicazione alla Prefettura, avvalendosi dell'opportunità offerta dalla circolare ministeriale che definisce come strategiche le aziende prevalentemente esportatrici; assieme a queste, anche le loro rispettive filiere che potranno comunicare alla Prefettura la ripresa dell'attività dichiarando la propria natura di fornitori delle imprese esportatrici".

"Ma ci saranno anche aziende tessili che non rientrano in nessuna delle due categorie, rivolte prevalentemente al mercato interno e non fornitrici di aziende esportatrici, che potranno comunque avere una minima attività per la manutenzione e la conservazione dei materiali e dei semilavorati - ha precisato Marini - Sarà infatti in vigore anche l'ordinanza regionale che ha meglio regolato, rispetto al decreto governativo, questo tipo di attività. Insomma, in un modo o nell'altro domani la vita ricomincia. Non per tutti, purtroppo: qualcuno dovrà attendere il 4 maggio. Ma molti sì, dando il via alla sfida di una ripresa difficile e faticosa, ormai urgentissima".

Nel nuovo decreto è comunque previsto che tutte le imprese dei comparti autorizzati a riprendere le produzioni del 4 Maggio, previa comunicazione al prefetto, possano avviare le attività propedeutiche alla riapertura, compresi i lavori di manutenzione, la spedizione di merci giacenti in magazzino, la ricezione di materie prime, le opere di adeguamento alle prescrizioni di sicurezza anti-covid.

8.Per le attività produttive sospese è ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l’accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione. È consentita, previa comunicazione al Prefetto, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture.

9.Le imprese, che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'artigiano era sottoposto a isolamento domiciliare. Era rimasto contagiato dal Covid durante una cena con alcune persone, organizzata a casa sua
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità