Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:29 METEO:FIRENZE17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità domenica 26 aprile 2020 ore 21:00

Covid Fase 2, ripartenza con i piedi di piombo

Giuseppe Conte

Rese note le prime misure della fase 2: resta l'autocertificazione per spostarsi ma si potranno incontrare i parenti. Aziende al via il 4 Maggio



ROMA — Dopo una giornata di confronto con i rappresentanti degli enti locali, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha reso note alcune delle nuove misure che segneranno l'avvio della fase 2 dell'emergenza coronavirus, quella della progressiva e graduale ripartenza delle attività produttive e dell'allentamento, altrettanto prudente, delle restrizioni per gli spostamenti. E molte delle anticipazioni degli ultimi giorni sono state smentite: il governo ha deciso di procedere con i piedi di piombo, mantenendo almeno fino al 18 Maggio anche l'autocertificazione per le uscite dei cittadini.

"Nella fase 2, con la ripresa delle attività dobbiamo aspettarci nel giro di una-due settimane che la curva dell'epidemia risalga - ha detto il premier Conte - Quindi sarà necessario affrontare questa situazione con criterio e responsabilità, rispettando le prescrizioni di sicurezza a partire dalle mascherine a dalla distanza sociale di sicurezza di almeno un metro, sul lavoro, nei luoghi all'aperto e anche in famiglia. Come governo abbiamo messo a punto un meccanismo per tenere sotto controllo questa curva con il coinvolgimento delle Regioni e per intervenire per riportarla sotto controllo se si renderà necessario. Ci aspetta una sfida molto complessa, è un compito difficile per tutti ma tutti indistintamente dobbiamo rimboccarci le maniche. Il governo farà la sua parte. Stiamo mettendo a punto il nuovo decreto con le misure di sostegno per le famiglie, i lavoratori autonomi e le imprese, compresi finanziamenti a fondo perduto per le imprese con meno di 10 dipendenti, il taglio del costo delle bollette, misure per colf e badanti, il piano per il settore del turismo. E' un provvedimento da 55 miliardi di euro che fornirà un sostegno poderoso al Paese. Stiamo cercando anche di semplificare le procedure: ad esempio per il secondo bonus riservato gli autonomi non sarà necessario inviare di nuovo la domanda, basterà un semplice clic".

Il premier Conte ha quindi confermato che la fase 2 parte dal 4 Maggio in modo che enti locali, imprese e cittadini possano elaborare le varie misure e metterle in atto nel migliore dei modi. 

In primo luogo nei prossimi giorni sarà emanato un provvedimento per calmierare il prezzo delle mascherine, per remunerare le imprese che le producono ma senza consentire speculazioni, fissandolo a cinquanta centesimi per ogni mascherina chirurgica. Il governo punta anche ad azzerare l'Iva su questo strumento di prevenzione primaria. Per quanto riguarda invece le aziende e tutte le altre attività, gli spostamenti e lo sport, il cronogramma è il seguente:

DA LUNEDI' 4 MAGGIO A DOMENICA 17 MAGGIO

Attività produttive

A  partire da questa data potranno ripartire aziende manifatturiere, il settore delle costruzioni e il commercio all’ingrosso a condizione che venga rispettato un rigoroso protocollo di sicurezza messo a punto il 24 Aprile. Le aziende potranno aprire prima del 4 Maggio solo per adeguare e predisporre i luoghi di lavoro alle nuove prescrizioni di sicurezza.

In Toscana la Regione ha autorizzato la riapertura delle aziende tessili e conciarie ma solo per le operazioni di manutenzione delle materie prime (fibre di origine vegetale e animale e pellami), al fine di evitare il loro deterioramento.

Dal 4 Maggio ripartiranno anche Lotto e Superenalotto.

Spostamenti e autocertificazione

Resta l'autocertificazione per gli spostamenti dei cittadini aggiungendo alle indifferebili ragioni di lavoro, di salute e di necessità anche gli incontri con i congiunti. Niente ritrovi di famiglia però e assolutamente vietati gli assembramenti: gli incontri dovranno avvenire rispettando la distanza interpersonale di un metro e indossando le mascherine.

Resta il divieto di movimento fra una regione e l'altra, con qualunque mezzo pubblico o privato, e le uniche motivazioni ammesse restano quelle della necessità indifferibile, delle esigenze di lavoro e della salute, supportate dall'autocertificazione.

E' obbligatorio e non più solo raccomandanto rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre oltre 37.5 gradi o con altri sintomi influenzali, nonchè chiamare il proprio medico di famiglia.

Potranno riaprire parchi e giardini pubblici ma solo se sarà possibile garantire le distanza di sicurezza e le altre prescrizioni. In caso contrario i sindaci avranno facoltà di tenerli chiusi.

Sarà di nuovo consentito lo sport all'aperto (jogging) anche superando gli immediati dintorni dell'abitazione ma rispettando la distanza di almeno due metri dalle altre persone, un metro nel caso di semplici passeggiate. Consentite di nuovo anche le sedute di allenamento degli atleti professionisti e non professionisti ma di rilevanza nazionale, a porte chiuse e rispettando le prescrizioni di sicurezza.

Si potrà tornare a celebrare i funerali ma sempre rispettando le distanze di sicurezza. Non sono ancora autorizzate le altre cerimonie religiose.

Consentita l'attività di ristorazione con asporto negli eserci pubblici (in Toscana è già possibile).

Aziende di trasporto

Tutte le aziende di trasporto pubblico locale dovranno rispettare un protocollo di sicurezza che prevede il distanziamento dei viaggiatori e altre prescrizioni.

DA LUNEDI' 18 MAGGIO

Il governo ha previsto che a partire da questa data potranno riaprire il commercio al dettaglio, i musei, le mostre, le biblioteche e gli allenamenti degli sport di squadra, sempre rispettando le prescrizioni di sicurezza. 

DAL PRIMO GIUGNO

E' prevista solo dal primo giugno la riapertura di bar, ristorazione, parrucchieri, centri di estetica, centri massaggi, ottemperando una serie di prescrizioni la cui messa a punto deve essere ancora completata. Allo studio del governo le modalità di riapertura di altre attività, come gli stabilimenti balneari. "Le comunicheremo per tempo - ha detto il premier Conte -

SCUOLE

Il premier Conte ha detto che le scuole rimarranno ragionevolmente chiuse fino alla fine dell'anno scolastico.

MECCANISMO DI CONTROLLO DELLA CURVA EPIDEMIOLOGICA

Le Regioni dovranno censire quotidianamente e comunicare al governo non solo i dati relativi all'andamento dell'epidemia ma anche il rispetto delle soglie sentinella di alcuni parametri che entro tre giorni saranno indicati dal Ministero della salute. L'eventuale superamento di queste soglie farà scattare immediatamente nuove, severe restrizioni, per circoscrivere eventuali situazioni critiche ed evitare l'esplosione di nuovi focolai di Covid-19.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'artigiano era sottoposto a isolamento domiciliare. Era rimasto contagiato dal Covid durante una cena con alcune persone, organizzata a casa sua
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità