Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE13°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Giacomo Sartori, continuano le ricerche del 29enne scomparso: il video postato dalla famiglia su Fb

Attualità mercoledì 07 aprile 2021 ore 21:08

Vaccino AstraZeneca solo a chi ha più di 60 anni

La decisione del governo dopo il pronunciamento dell'Ema. A breve il provvedimento di Speranza. Parte la somministrazione dai 60 ai 70 anni



ROMA — Il governo italiano ha deciso di raccomandare l'utilizzo preferenziale del vaccino anti-Covid AstraZeneca alle persone dai 60 anni in su

La decisione, che sarà a breve formalizzata dal ministro della salute Roberto Speranza, arriva al termine di una lunga giornata imperniata sulla nuova valutazione dell'Ema (l'agenzia europea dei medicinali) sul siero anglo-svedese, di cui è stata confermata l'efficacia ma anche un possibile legame con rari casi di trombosi nei seni venosi cerebrali verificatisi per lo più in persone con meno di 60 anni e di sesso femminile, forse innescati dalla reazione immunitaria associata a un basso livello di piastrine. 

Nell'impossibilità di individuare fattori di rischio generalizzati, l'Ema non ha  ritenuto necessario modificare le sue indicazioni sull'utilizzo del siero o imporre limitazioni per determinate fasce di età (vedi qui sotto l'articolo collegato). Tuttavia il collegamento vaccino-trombosi, "non dimostrato ma plausibile", ha convinto le autorità italiane ad assumere un provvedimento restrittivo. E dopo un incontro fra il ministro Speranza e le Regioni, è arrivata la decisione di limitare in via preferenziale la somministrazione del siero AstraZeneca alle persone con più di 60 anni. Per la cronaca, anche la Germania e la Spagna hanno deciso di adottare un provvedimento analogo mentre la Francia ha deciso di limitare l'uso del siero dai 55 anni in su.

"Per quanto riguarda le dosi di richiamo, al momento non ci sono elementi per non considerare la sommistrazione della seconda dose di AstraZeneca in coloro hanno già ricevuto la prima dose di vaccino" ha dichiarato il presidente del Consiglio superiore della sanità Franco Locatelli. Insomma, chi ha già ricevuto la prima dose di AstraZeneca riceverà probabilmente anche la dose di richiamo dello stesso vaccino, a prescindere dall'età. Anche perchè, sempre allo stato attuale, risulta che le rare reazioni avverse gravi si siano manifestate solo dopo la prima inoculazione.

Ma il nuovo limite di età per AstraZeneca non è l'unica novità di questa lunga giornata: il commissario per l'emergenza Figliuolo ha reso noto che, da domani, 8 Aprile, la campagna vaccinale sarà estesa anche alle persone fra i 60 e i 69 anni.

Si tratta, a livello nazionale, di una platea di circa 13 milioni di persone, due milioni delle quali hanno già ricevuto la prima dose.

In pratica da domani le Regioni, forniture permettendo, potranno aprire le prenotazioni per il vaccino AstraZeneca ai cittadini di età compresa dai 60 ai 79 anni mentre dagli 80 anni in su si continuerà a somministrare il vaccino Pfizer.

Vedremo quando la Regione Toscana aprirà le agende anche per i sessantenni. Al momento, sul sito prenotavaccino.sanita.toscana.it sono aperte solo quelle riservate ai disabili gravi e alle persone estremamente vulnerabili. Tutte le altre sono sospese fino all'arrivo dei nuovi carichi di siero.

Ad oggi comunque la Toscana è quarta in Italia per numero di dosi somministrate rispetto a quello ricevute. Complessivamente sono state iniettate 814.832 dosi delle tre tipologie di vaccino disponibili, di cui 587.436 prime dosi e 227.396 richiami (dati Regione Toscana).

Per quanto riguarda gli over80, sono state inoculate complessivamente 251.917 dosi di vaccino Pfizer. Gli ultra-anziani residenti in Toscana sono circa 320mila e quelli che hanno completato la vaccinazione con il richiamo sono 78.116.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I casi di positività hanno generato una filiera di quarantene tale da non consentire lo svolgimento delle attività nella scuola di Valdottavo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità