comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:44 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 novembre 2020
corriere tv
La lezione di Burioni sull'immunità di gregge: «Vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile, la libertà è un'altra cosa»

Attualità sabato 21 novembre 2020 ore 10:27

Via libera al Ristori Ter, fondi per 2 miliardi e tornano gli aiuti alimentari

Il ministro Gualtieri e il premier Giuseppe Conte

Tra le novità gli aiuti a fondo perduto per negozi di calzature, l'incremento delle risorse per le attività e 400 milioni per i buoni alimentari



ROMA — E' arrivato nella notte il via libera del Consiglio dei ministri al nuovo decreto "Ristori Ter" e al nuovo scostamento di bilancio da 8 miliardi. Il decreto finanzia nuovi aiuti anti-crisi per 1,95 miliardi: 1,45 miliardi andranno ai contributi a fondo perduto per le attività economiche che passano a una fascia di rischio più alta e colpite dalle misure più restrittive anti-Covid, 400 milioni andranno invece ai sindaci per gli aiuti alimentari e 100 milioni al commissario all'emergenza Domenico Arcuri per l'acquisto di farmaci per curare i pazienti positivi al Covid.

Tra l’altro, il testo prevede, anche l'inclusione delle attività di commercio al dettaglio di calzature tra quelle che, nelle cosiddette “zone rosse”, sono destinatarie del contributo a fondo perduto.

Viene quindi rafforzata anche la dote per il credito d’imposta per gli affitti commerciali, la cancellazione della seconda rata Imu, l’estensione della proroga del versamento Irpef, Ires e Irap per autonomi e partite Iva, la sospensione dei versamenti tributari e dei contributi previdenziali, il congedo per i genitori con i figli a casa a causa della chiusura delle scuole e il bonus baby sitter.

Si va, inoltre, verso la proroga di scadenze fiscali di fine anno per 4,8 miliardi. Uno degli interventi che dovrebbero essere inseriti nel decreto Ristori quater della prossima settimana.

Il Consiglio dei ministri ha anche approvato lo scostamento di 8 miliardi. Con il nuovo scostamento da "8 miliardi in termini di indebitamento netto e di fabbisogno e di 5 miliardi per i saldo netto da finanziare del bilancio dello Stato, in termini di competenza e in termini di cassa" il governo "intende adottare misure che, in continuità con quelle precedenti, consentiranno di estendere gli interventi previsti a favore degli operatori economici, per il sostegno dei settori produttivi e per il sostegno dei cittadini, anche attraverso un utilizzo adeguato della leva fiscale".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS