Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Cronaca lunedì 27 giugno 2022 ore 12:55

Video porno a sorpresa nel parco

Mostrava video a luci rosse alle donne che incontra nei parchi pubblici chiedendo poi prestazioni sessuali: un giovane di 30 anni è stato denunciato



SAN GIOVANNI VALDARNO — Ha scatenato il panico nell'Aretino una serie di molestie a sfondo sessuale messe a segno ai danni di alcune donne incontrate al parco e, in alcuni casi, pedinate sino alla loro abitazione da parte di un giovane che avrebbe mostrato dei video a luci rosse per chiedere poi prestazioni sessuali.

I carabinieri di San Giovanni Valdarno, al termine delle indagini, hanno individuato e denunciato a piede libero un uomo di 30 anni, del Valdarno, accusato di molestie sessuali.

Le indagini sono scaturite dalla segnalazione di un episodio avvenuto a Montevarchi, nella prima metà di Giugno a seguito della chiamata alle 8 del mattino da parte di una donna, ancora in stato di agitazione, che ha raccontato di essere stata avvicinata in piazza Garibaldi da un giovane che l’aveva molestata. Secondo la ricostruzione la donna era stata approcciata da un giovane, il quale, con un banale pretesto, le aveva mostrato il proprio cellulare, sul cui display era in quel momento in fase di riproduzione un video hard. A quel punto, il giovane si era velocemente dileguato. 

I militari si sono accorti che quello denunciato non era un episodio isolato, ve ne erano stati diversi altri nei mesi precedenti. A quel punto gli inquirenti si sono concentrati sull’individuazione delle vittime degli altri episodi ed  è emerso che almeno in sette episodi tra il Giugno 2021 e il Giugno 2022 vi l'autore potesse essere lo stesso soggetto. I carabinieri hanno così identificato e deferito alla procura di Arezzo il giovane valdarnese.

Il modus operandi. Secondo quanto ricostruito, in almeno sette episodi, le donne sole, si trovavano in parchi cittadini, centri commerciale o vicoli del centro quando il molestatore richiamava la loro attenzione chiedendo un’informazione generica e con ripetute insistenza poneva di fronte al viso uno smartphone che riproduceva un filmato dal contenuto pornografico, invitandole in alcuni casi, a replicare quanto visionato. In due circostanze il molestatore avrebbe seguito le vittime sino al domicilio, una volta fino all’androne condominiale, ed un’altra bussando alla porta di casa, per poi formulare le stesse richieste. In un caso, il molestatore avrebbe minacciato la donna che voleva chiamare i carabinieri.

I carabinieri hanno deferito l’uomo per molestie a sfondo sessuale e minacce, ed hanno chiesto alla procura un decreto di perquisizione domiciliare e nel corso dell’attività è stato sequestrato lo smartphone dell’indagato, sul quale verranno ora compiuti accertamenti finalizzati a rinvenire ulteriori elementi di prova.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tragedia nella notte per un uomo di 54 anni, tedesco, che ha perso la vita dopo un volo da un'altezza di 3 metri circa. Vani per lui i soccorsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca