Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:50 METEO:FIRENZE16°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella tra i primi al seggio a Palermo a votare per le elezioni

Lavoro lunedì 03 novembre 2014 ore 12:35

Sciopero Infermieri, niente interventi chirurgici

Paolo Porta (Nursind) sulle ragioni dello sciopero - Dichiarazione

Sono circa 30.000 in tutta Italia gli interventi rinviati a causa della mobilitazione nazionale indetta dal sindacato Nursind. Sit-in a Montecitorio



ROMA — In Toscana gli infermieri iscritti al sindacato Nursind, il primo della categoria in Italia come numero di affiliati, sono oltre cinquemila; di cui poco più di 1000 tra Empoli e Firenze e circa 1200 a Pisa.
Numeri importanti se si considera che a livello nazionale il Nursind conta 22 mila iscritti.

E infatti è proprio dalla Toscana che sono partiti molti degli infermieri che hanno organizzato il sit-in a Montecitorio: dei 1000 partecipanti, infatti, oltre 200 sono arrivati a Roma su 5 pullman partiti da Firenze, Lucca, Arezzo e Pisa. Un'ampia adesione, tanto che tutti gli ambulatori dell'empolese oggi sono rimasti chiusi, mentre al Cto di Firenze hanno funzionato 10 sale operatorie su 15

Al centro della protesta nazionale, il blocco del turn over che non permette il ricambio generazionale (gli infermieri disoccupati in Italia sono attualmente 25.000); poi il blocco degli stipendi da cinque anni e le conseguenze dei nuovi tagli annunciati dal governo Renzi nella legge di stabilità, che dovrebbero riguardare solo gli sprechi ma, secondo il Nursind, potrebbero compromettere il sistema di garanzia sui livelli essenziali di assistenza.

"Le adesioni allo sciopero sono state superiori alle aspettative - ha dichiarato il segretario dalla Nursind Andrea Botega - Gli infermieri di turno nei reparti sono tenuto a svolgere le attività di competenza del proprio profilo e le sole prestazioni di assistenza sanitaria d'urgenza. I disagi che si stanno verificando in molti ospedali sono dovuti al fatto che le aziende hanno provveduto in ritardo ad organizzare il contingentamento''.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto sul posto nonostante i tentativi di rianimazione il ragazzo di 26 anni alla guida dell'auto coinvolta nel drammatico incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca