Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE12°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 15 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità mercoledì 13 marzo 2019 ore 15:15

Sei milioni di euro per i contratti medici

Enrico Rossi e Stefania Saccardi

Siglato l'accordo fra la Regione e i sindacati della dirigenza medica. Nel 2018 risparmiati 80 milioni di euro di spesa farmaceutica



FIRENZE — La Regione Toscana destinerà sei milioni di euro al riequilibrio dei fondi destinati agli stipendi dei dirigenti medici del servizio sanitario pubblico. La cifra è inserita in un accordo presentato dal presidente enrico rossi e dall'assessore alla salute Stefania Saccardi insieme ai rappresentanti di tutte le sigle sindacali. 

I fondi serviranno a finanziare prestazioni aggiuntive, comprese quelle per ridurre le liste di attesa, e le assunzioni del personale che deve sostituire coloro che sono andati in pensione o ci andranno nel corso dei prossimi mesi con quota cento.

"L'anno scorso - ha ricordato il presidente Rossi - abbiamo fatto ricorso alla Corte Costituzionale contro il tetto imposto da Tremonti, che impediva di fare assunzioni per più dell'1,4% rispetto alla spesa del 2004. Per quello non abbiamo più potuto fare assunzioni. Ma in questi ultimi anni, senza far mancare nulla, anzi usando farmaci innovativi e arrivando anche all'eradicazione dell'epatite C, abbiamo risparmiato sulla spesa farmaceutica, risparmio che ha consentito un risultato importante di risorse per 70-80 milioni di euro. Questo ci ha consentito di assumere impegni, come questo accordo che presentiamo stamani. Non solo. Questi risultati ci consentiranno anche di fare investimenti: nell'arco di tre-quattro anni investiremo un altro miliardo e mezzo in edilizia sanitaria. La sanità poggia su tre gambe: i cittadini, i medici e la buona amministrazione".

"Con questo accordo - ha sottolineato l'assessore Saccardi - la Regione è andata a supplire l'assenza di determinazioni a livello di governo nazionale. Abbiamo voluto dare un segnale a tante persone che hanno i contratti fermi da tanto tempo, è giusto che le persone siano retribuite per il lavoro che fanno. Tutte queste operazioni che noi stiamo facendo in assenza di risorse, che dovevano arrivare dal governo e invece non sono arrivate, ci hanno consentito di risparmiare: per esempio, sulla farmaceutica. Dal 1° aprile, come abbiamo già annunciato, toglieremo il contributo di 10 euro sulla digitalizzazione, e questo peserà sul bilancio regionale per 18 milioni di euro. Nonostante questo riusciamo a risparmiare".

La somma necessaria per consentire questa operazione di riequilibrio dei fondi contrattuali è stimata in circa 4.150.000 euro per la dirigenza medica e veterinaria e in circa 615.000 per la dirigenza SPTA (Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa).

A partire dal 2019, queste somme saranno messe a disposizione delle aziende e degli enti del SSR, attraverso budget calcolati sulle base delle consistenze degli organici della dirigenza, utilizzabili in questa fase per la realizzazione dei progetti di attività aggiuntiva.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La data di inizio prevista è il 17 Maggio. Anche la Toscana reclama le dosi di AstraZeneca non utilizzate da altre regioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca