Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:08 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 31 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, lo spettacolo sulla Shoah interrotto da un professore negazionista

Cronaca mercoledì 10 novembre 2021 ore 19:05

Sequestro gigantesco sulla A1, mezza tonnellata di cocaina

La droga avrebbe fruttato almeno 45 milioni di euro. Operazione congiunta della Polizia Stradale e delle Fiamme Gialle nel tratto aretino della A1



AREZZO — Un'operazione antidroga che passerà alla storia per lo meno ad Arezzo, dove non se ne ricordano altre così importanti.

E' scattata ieri quando alcune pattuglie della Polizia Stradale di Arezzo e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno arrestato un cittadino albanese, regolarmente residente in Italia, incensurato e beccato sulla A1 con un maxi quantitativo di cocaina: quasi 5 quintali, mezza tonnellata, che sul mercato dello spaccio avrebbe fruttato almeno 45 milioni di euro.

L'uomo viaggiava in autostrada a bordo di un autocarro e ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Polstrada perché procedeva a zig-zag, non mantenendo la destra e mostrando, visibile sul cruscotto, un lampeggiante giallo di quelli previsti per i mezzi che svolgono attività di cantiere e di cui non pareva giustificato il possesso.

Il camion è stato quindi fermato non lontano dal casello di Arezzo e scortato fino agli uffici della sottosezione di Battifolle, dove il conducente e proprietario è stato identificato: 38 anni, di origine albanese ma residente in provincia di Firenze.

L’individuo appariva molto agitato ed insofferente e gli operatori della Polizia Stradale, riscontrando l’effettiva infondatezza dell’anomala presenza del lampeggiante giallo, hanno richiesto l’intervento della Guardia di Finanza per controlli più approfonditi sull’attività svolta dall'albanese, titolare di due ditte operanti nel settore edilizio.

Il controllo si è poi esteso al vano di carico che, a una prima occhiata, è risultato stracolmo di attrezzi da muratore. Una volta rimossi i primi strumenti, evidentemente messi a copertura, è salta fuori la sorpresa: il pianale è risultato letteralmente ricoperto di panetti di cocaina purissima, ben 400, per un peso lordo di 476 chilogrammi. Quasi mezza tonnellata.

Il 38enne è stato quindi tratto in arresto traffico di sostanze stupefacenti, aggravato dalla notevole quantità, e trasferito in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Il tratto autostradale aretino si è quindi confermato uno snodo strategico dei traffici illeciti per la sua collocazione geografica a metà fra il nord al sud della Penisola. Il Questore di Arezzo, Dario Sallustio, ha espresso “plauso e grande soddisfazione per l’esito dell’operazione poiché costituisce prova dell’efficacia della rete dei controlli costantemente realizzata nella provincia aretina e soprattutto dimostra l’esemplare coordinamento operativo tra Guardia di Finanza e Polizia di Stato nella lotta al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, a tutela della legalità, della sicurezza e della salute della collettività".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per soccorrere il 53enne era stato attivato anche l'elicottero Pegaso. Tutto inutile, per lui non c'è stato nulla da fare. Indagano i carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità