Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni alla Prima della Scala: «Sono incuriosita, è la mia prima volta»

Cronaca lunedì 26 settembre 2022 ore 11:00

Muri crollati, frane e allagamenti per i temporali

Campi allagati
Foto di repertorio

Vigili del fuoco in azione la notte scorsa per tamponare i danni del maltempo. Strade interrotte o pericolose e un ponte ancora chiuso



PROVINCIA DI SIENA — Il fiume Paglia iniziava ad esondare e poi muri crollati, allagamenti, smottamenti e frane: i nubifragi di ieri hanno duramente ferito il Senese, dove i vigili del fuoco nella notte hanno effettuato decine di interventi di ripristino e messa in sicurezza in tutta l'area provinciale.

Circa 20 gli interventi riconducibili a danni da acqua, senza il coinvolgimento di persone, concentrati in particolare nella zona sud della provincia e in Amiata fra Chiusi, Cetona , Radicofani, Abbadia San Salvatore. Nella zona a Ponte a Rigo, sulla Cassia, si è verificato l'inizio di esondazione del fiume Paglia poi rientrato nell'alveo. 

I danni sono pesanti, e a fine mattinata la Provincia di Siena ha fatto il punto della situazione contando 1.600 chilometri di rete stradale in gran parte raggiunto da detriti, ramaglie e fango provenienti da terreni a monte e dalle intersezioni stradali poi trascinati dall'acqua. E' successo sulle strade provinciali 27 di Casole d’Elsa, 107 di Montalcinello, 73 di Sovicille, 99 Piano di Rosia e 35 di Radicondoli. 

Le criticità maggiori sono state registrate sul ponte di Bibbiano sulla strada provinciale 34 nel comune di Buonconvento, ancora chiuso a fine mattinata per effettuare una verifica di transitabilità da parte dei tecnici. Lì infatti l’acqua, al momento in deflusso, aveva raggiunto nella notte un’altezza rilevante fino al piano viario. Dopo è prevista la riapertura. 

Chiusa anche la strada provinciale 96 di Contignano, nel comune di Radicofani, per una frana in via di monitoraggio, mentre smottamenti superficiali si sono verificati lungo la strada provinciale 34 di Radi, nel comune di Monteroni d’Arbia che da Malameranda conduce fino a Vescovado di Murlo. Nello stesso territorio comunale chiusa ancora la strada provinciale 24 dove ditte specializzate e strutture operative della provincia sono già a lavoro.

A San Gimignano si è verificato invece un allagamento nel sottopasso di Santa Margherita, sulla nuova variante in corso di conclusione lungo una strada comunale. Il sottopasso è stato prontamente chiuso con intervento da parte del Comune. 

Chiusa e poi riaperta una parte della strada provinciale 73 tra il bivio di Ampugnano e Malignano nel comune di Sovicille a causa del ristagno di acqua, mentre è crollato un muro di contenimento di una proprietà privata sulla strada provinciale 429 nel comune di Radda in Chianti, subito rimosso.

Criticità più significative ma in via di risoluzione sulla strada regionale 222 che da Siena sale a Castellina in Chianti, sulla 101 di Montemaggio intorno a Pian del Lago, sulla 111 di Montaperti, sulla 62 di Castelnuovo Berardenga e sulla 12 di Asciano.

Infine, interventi in corso lungo la strada provinciale 321 tra Piazze e Cetona e tra Cetona e Chiusi. Crollo di muretti nella Provinciale 81 che da Abbadia San Salvatore conduce alla vetta Amiata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno