Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:08 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Imprese & Professioni mercoledì 15 gennaio 2020 ore 10:30

​Siena-Juventus U23, è pareggio

Il palcoscenico non sarà quello della Serie A dei grandi, ma vedere ragazzi giovani e bravi a giocare è sempre un piacere, oltre a rappresentare un’occasione per individuare qualche talento.



SIENA — Lunedì 13 gennaio è andata di scena la partita Robur Siena-Juventus U23, in cui la squadra di casa allenata da Dal Canto non è andata oltre un pareggio per 1-1 contro gli under della Juventus di Pecchia.

La partita: primo tempo

La partita ha avuto un copione abbastanza scontato, con i bianconeri di Torino a condurre il match fin dai primissimi minuti, con Mota Carvalho subito pericoloso già al nono minuto. La Robur non si è però fatta attendere e ha cercato di rispondere colpo su colpo con Vassallo, Serotti e Lombardo, quest’ultimo uno degli acquisti più recenti dei toscani. Come detto, la seconda squadra della Juventus ha imposto il gioco fin da subito, anche se non è quasi mai riuscita ad aumentare il ritmo delle sue giocate e quindi mettere in difficoltà la difesa della Robur. Passa in vantaggio, invece, il Siena al ventottesimo, in virtù di una delle regole non scritte del calcio, quella del goal sbagliato-goal subito: 27’ minuto, ottima combinazione della Juventus che arriva alla conclusione con Zanimacchia di sinistro, la successiva respinta del palo non viene sfruttata da Beltrame che spedisce alto, minuto seguente, la Robur Siena trova il vantaggio con da Silva Gladestony, complice un intervento di Loria non perfetto sulla conclusione del brasiliano liberatori di Toure. La reazione della Juventus U23 non è immediata e si deve difatti attendere il 41’ minuto per vedere il primo tiro in porta dopo lo shock accusato. Ancora una volta, è la Robur Siena a rendersi pericolosa con un gran tiro del centrocampista Lombardo, questa volta splendidamente deviato in corner da Loria.

Secondo tempo: pareggio in extremis

Si va quindi al riposo sull’1-0 per i senesi e la ripresa ha più o meno lo stesso copione del primo tempo, con la Juventus che gestisce palla ma che non riesce a trovare il cambio di marcia necessario per acciuffare il pari. Ma proprio come i “grandi” della prima squadra che le quote delle scommesse per le partite di calcio della Serie A danno favoriti per la vittoria finale, il pareggio viene acciuffato sugli sviluppi di calcio piazzato e negli ultimi minuti, grande caratteristica della squadra allenata da Sarri, che sembra riproporsi anche fra i più giovani. Ultimissimi minuti, esattamente minuto 86’, Muratore batte un calcio di punizione, Mulè prolunga sul secondo palo dove interviene Toure tutto solo che fissa il risultato sul pareggio, ed è 1-1. Nettamente meno movimentata, quindi la seconda parte della gara, dove sono state le motivazioni a fare la differenza: più agguerrita la giovane compagine allenata da Pecchia, mentre la squadra di Dal Canto è sembrata essere arrivata stremata negli ultimi minuti, perdendo la lucidità necessaria per portare a casa la vittoria.

Situazione in Lega Pro con la nuova formula

Soddisfatto Pecchia, un po’ meno Dal Canto, che perde terreno dalle prime con il suo Siena, mentre Pontedera e Monza allungano guadagnando due punti sui senesi. La Juventus, invece, può dirsi soddisfatta sia della prestazione che del risultato, avendo dimostrato carattere e voglia di non mollare ma soprattutto avendo guadagnando un punto sul campo Artemio Franchi dove i padroni di casa continuano ad essere incostanti. La situazione in Lega Pro sembra definirsi sempre più: il Monza di Paolo Berlusconi guidato da Brocchi sembra essere già “promosso”, dominando la classifica con ben 10 punti sopra il Pontedera. La Robur deve continuare il buon cammino proposto finora, anche in virtù del fatto che la formula per le promozioni dalla Lega Pro alla serie B è cambiata e permette a ben 28 squadre dei tre gironi di partecipare ai play-off. Attualmente il Siena è ampiamente in zona play-off, ma deve evitare cali di concentrazione come quelli di lunedì, perdere punti lungo il cammino potrebbe poi fare la differenza in negativo durante le fasi finali.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stava passeggiando quando il pezzo di intonaco l'ha travolta. La donna si trova in gravi condizioni ricoverata all'ospedale di Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca