Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:FIRENZE13°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 24 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Brescia, rider aggredito in centro: le immagini del pestaggio

Attualità mercoledì 20 marzo 2024 ore 18:40

Un'osteria di comunità per far rinascere il borgo

L'osteria di comunità
L'osteria di comunità: di tutti, per tutti

I 27 soci hanno riaperto la storica attività nel paese di 150 abitanti privo di servizi. Lì ricette d'altri tempi, ma anche attività sociali



SORANO — Lì c'è profumo di storia e di coraggio: non solo perché si servono pietanze d'altri tempi, ricette autentiche tramandate dagli anziani del borgo, ma anche perché i 27 soci hanno scommesso sulla riapertura di una storica osteria per restituire vitalità (e anche un punto di riferimento e aggregazione) ai 150 abitanti del paesino rimasto ormai privo di servizi.

L'osteria di comunità è nata nella frazione di San Giovanni delle Contee nel territorio comunale di Sorano, in Maremma.

E' stata Tiziana Peruzzi, presidente della locale cooperativa di comunità, a raccontare la storia della realtà che fa parte di Confcooperative Toscana al Festival dell’Identità toscana nella sede della presidenza della Regione Toscana a Palazzo Sacrati Strozzi a Firenze.

“Siamo nati nel 2018, finanziati in parte dei bandi regionali per le cooperative di comunità, con l’obiettivo di contrastare lo spopolamento e valorizzare il nostro territorio", ha ricostruito. 

"Abbiamo riaperto la storica Osteria Maccalé - ha raccontato - che è diventata il punto di ritrovo del paese e coinvolge tutti gli abitanti. Proponiamo le ricette di una volta che ci sono state tramandate dai più anziani e utilizziamo i prodotti del territorio, come i ceciarelli con fagiolo cannellino di Sorano, le zampucce di maiale o i tortelli con lo stracchino di Sorano. Grazie a questi piatti abbiamo vinto a Novembre il premio Saporiamo Italia come miglior ristorante”.

Ma non solo: "Nell’osteria durante il pomeriggio svolgiamo attività in favore della popolazione locale - continua Peruzzi - portiamo pane e cibo agli anziani, abbiamo un emporio di comunità, aiutiamo a fare gli appuntamenti dai dottori e le prenotazioni dei vaccini. Grazie all’osteria ora vengono anche molti turisti e quindi facciamo ospitalità diffusa nelle case disabitate. Inoltre, intorno a noi si è sviluppata una serie di aziende locali che producono olio, vino e patate spinti proprio dalla nostra esperienza”.

“Quello della cooperativa di comunità San Giovanni delle Contee è un esempio virtuoso che ci aiuta a comprendere il valore di quel che la cooperazione può fare per i territori - ha commentato Niccolò Marini, direttore di Confcooperative Toscana -. Fornire servizi essenziali, offrire opportunità ai giovani, creare e consolidare comunità, sono gli obiettivi raggiunti da moltissime cooperative in ogni angolo della nostra regione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno