Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE14°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Attualità sabato 14 ottobre 2023 ore 19:25

Edilizia sanitaria, la Toscana punta ad altri 150 cantieri

Foto di archivio

La Regione è terza a livello italiano per il maggior numero di risorse programmate nell'ambito del piano di investimenti nazionale: 72,4%



TOSCANA — La Toscana investe in modo deciso sull’edilizia sanitaria tra ristrutturazioni e nuove costruzioni. Nei prossimi 24 mesi l'obiettivo è di aprire altri 150 cantieri.
E in particolare del programma di investimenti nazionale, quello noto agli addetti ai lavori come l’”articolo 20”, è la Regione Toscana, dopo le province autonome di Trento e Bolzano e il Veneto, ad aver programmato, con accordi già sottoscritti, la percentuale più alta delle risorse messe a disposizione

La tabella è stata pubblicata dal ministero e certifica, per la Toscana, il 72,4 per cento dei fondi pluriennali già programmati al 31 Dicembre 2022. Si tratta di investimenti pari a un miliardo e 79 milioni di euro rispetto ad un miliardo e 490 milioni disponibili. Sotto la Toscana ci sono la Valle da Aosta (69,2 per cento), la Campania (67,28 per cento) e l’Emilia Romagna (66,27 per cento). Se si considerano le risorse impegnate, ovvero quelle per cui è stata completata la progettazione esecutivo e l’iter amministrativo, diventano 906 milioni (l’83,98 per cento delle risorse programmate), per 163 interventi ammessi dunque a finanziamento.

“Si tratta di investimenti importanti - spiega il presidente Eugenio Giani - che servono a rafforzare la sanità territoriale. Significa privilegiare il rapporto con le cittadine e i cittadini attraverso strutture efficienti e adeguate ai cambiamenti in un sistema sanitario sempre in evoluzione. Garantire strutture sanitarie pubbliche funzionali è interesse centrale di questa amministrazione.”

Sommato alla notizia di pochi giorni fa sul raggiungimento degli obiettivi previsti dal Pnrr sulla firma dei contratti per l’avvio dei lavori delle 77 case e 24 ospedali di comunità; per i 29 interventi di messa a norma antisismica dei nosocomi, attraverso i fondi del piano nazionale per gli investimenti complementari; all’apertura dei lavori per le 37 COT, emerge con evidenza l’intensità con cui la Regione sta portando avanti il rilancio del sistema sanitario partendo dall’ammodernamento delle strutture e dalla costruzione di nuove.

“Il lavoro che abbiamo fatto insieme ai tecnici della Regione, che vogliamo ringraziare insieme agli uffici tecnici e amministrativi delle Aziende sanitarie ed ospedaliere, sta dando i suoi frutti - commentano Giani e l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini. - L’edilizia è un aspetto centrale per lo sviluppo del Sistema sanitario pubblico, che passa anche dal miglioramento infrastrutturale. Se il Governo non interferirà e non sorgeranno imprevisti dovuti all’instabilità del contesto - chiude l’assessore - nei prossimi due anni saremo in grado di attivare oltre 150 cantieri”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno