Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europee, Schlein: «Mi candido per sostenere la nostra squadra di candidati»

Attualità sabato 14 ottobre 2023 ore 08:35

Assistere i fragili nelle emergenze, è nato il modello Toscana

L'esercitazione con i fragili, Toscana prima in Italia

La Regione è stata scelta dalla protezione civile nazionale per svolgere la prima esercitazione in Italia con donne, bambini, anziani e disabili



CASTELNUOVO GARFAGNANA — La Toscana è la Regione che è stata scelta dal Dipartimento di protezione civile per la prima esercitazione nazionale per la gestione dei soggetti fragili nelle situazioni di emergenza. A Castelnuovo Garfagnana ieri, in tre grandi aeree del comune, si sono radunate donne incinta, mamme che allattavano i loro piccoli, anziani, disabili. 

Cosa fare durante un terremoto o un’emergenza, come raccogliersi in gruppi, come proteggersi, come aiutarsi l’un l’altro. Un’esercitazione lunga e dettagliata cominciata alle 10,30 e terminata dopo le 16 con due scosse di terremoto simulate durante la mattinata, e quindi la messa in pratica delle procedure. Eccolo il “modello Toscana” per la gestione dei fragili durante le emergenze. Obiettivo: definire nuove procedure che possano fare scuola in Toscana e nel resto del Paese.

Nell'organizzazione e nello svolgimento il Dipartimento di protezione civile nazionale ha coinvolto la Regione Toscana, con il Dipartimento di Protezione Civile e il Coordinamento Regionale Maxiemergenze Funzione Sanità, la Prefettura di Lucca, la Provincia di Lucca, l’Azienda Usl Toscana Nord Ovest, l’Unione Comuni Garfagnana ed il Comune di Castelnuovo, con l’intero sistema di Protezione Civile Castelnuovo di Garfagnana e le associazioni di volontariato di Protezione civile comunali che sono all’interno del proprio piano. Alla giornata hanno partecipato fra gli altri il presidente della Regione Eugenio Giani, l’assessora alla protezione civile Monia Monni, il direttore della Protezione civile regionale Giovanni Massini, il sindaco di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi.

“Il fatto che il Dipartimento Nazionale della Protezione civile abbia proposto alla nostra Regione lo svolgimento di un’esercitazione così importante – ha sottolineato il presidente Giani, ringraziando per la collaborazione il sindaco Tagliasacchi e tutti i volontari - ci fa onore e dimostra quanto il nostro territorio, i nostri comuni e il nostro sistema di Protezione civile sia efficiente e tale da poter mettere in pratica una procedura delicata che richiede molta preparazione e competenze. E’ una primizia a livello nazionale e siamo orgogliosi che la Protezione civile nazionale abbia scelto Castelnuovo Garfagnana, dove è presente un centro di primo ordine e volontari esperti che hanno acquisito una grande specializzazione”.

“Siamo molto orgogliosi di questa collaborazione con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile - ha detto l’assessora Monni -, che dando seguito alle direttive europee per la prima volta mette in campo una estesa esercitazione, che servirà a mettere a punto una procedura che poi diventerà il modello per tutto il Paese”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno