Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità giovedì 12 ottobre 2023 ore 11:35

Che fare in caso di emergenza? Lo insegnano 900 volontari

Torna la campagna "Io non rischio", ecco tutte le piazze coinvolte. In Toscana la prima nazionale dell'esercitazione dedicata a fragili e disabili



TOSCANA — L'appuntamento è per questo weekend. Sabato e domenica anche la Regione Toscana partecipa alle giornate nazionali della campagna “Io non rischio – Buone pratiche di protezione civile”. Per scoprire come ciascuno di noi può contribuire a ridurre rischi come terremoto, alluvione, maremoto, rischio vulcanico e incendi boschivi, 912 volontari di protezione civile appartenenti a 129 organizzazioni toscane, comunicatori formati per il progetto “Io Non Rischio”, invitano la popolazione a partecipare agli appuntamenti nelle piazze. E quest’anno c’è una novità in più. 

Il territorio della Toscana, in particolare quello della Garfagnana, è stato scelto per una prima nazionale dedicata a chi è portatore di disabilità e ai più fragili (anziani, donne incinta, mamme con bimbi piccolissimi). Un’esercitazione che si svolgerà domani a Castelnuovo Garfagnana e che sarà il modello per tutta Italia.

“Io non rischio è l’occasione per conoscere il sistema di protezione civile, per rendersi conto di ciò che si deve fare in caso di emergenza - dichiara il presidente Giani - Fare le cose giuste, adottare i comportamenti corretti. Spesso sono proprio mosse avventate o poco ponderate che possono contribuire a peggiorare la situazione quando già è in corso un disastro. Grazie alle piazze organizzate da Io non rischio, chiunque potrà sapere cosa fare per ridurre i rischi durante un alluvione, un terremoto, un incendio, ma anche conoscere l’efficienza e l’efficacia del sistema di protezione civile regionale anche rispetto ad altre parti d’Italia”

“Le persone – aggiunge l’assessora Monni - sono una parte attiva del sistema di protezione civile che devono essere informati su quali comportamenti adottare"

Le piazze della toscana in cui si svolgeranno le esercitazioni sono:

Arezzo - Castel Focognano - Castiglion Fibocchi - Foiano della Chiana -Monte San Savino - Pratovecchio Stia – Talla - Bagno a Ripoli - Barberino di Mugello - Campi Bisenzio – Castelfiorentino – Empoli – Fiesole - Figline e Incisa Valdarno – Firenze – Fucecchio - Greve in Chianti – Marradi - Montelupo Fiorentino – Pontassieve – Scandicci - Sesto Fiorentino – Follonica – Grosseto - Campiglia Marittima – Capoliveri - Castagneto Carducci – Cecina – Collesalvetti – Livorno – Piombino – Portoferraio - Rosignano Marittimo - Camaiore - Castelnuovo di Garfagnana – Lucca – Pietrasanta – Porcari – Seravezza – Aulla – Carrara – Fosdinovo – Montignoso - Casciana Terme Lari - Castelfranco di Sotto – Guardistallo – Pisa – Pomarance – Ponsacco – Pontedera - San Miniato - Santa Maria a Monte – Vicopisano – Carmignano – Montemurlo – Prato – Agliana – Lamporecchio - Massa e Cozzile - Monsummano Terme – Montecatini-Terme – Pistoia – Quarrata - San Marcello Piteglio - Serravalle Pistoiese – Uzzano - Colle di Val d'Elsa – Montepulciano – Monteriggioni - Monteroni d'Arbia – Piancastagnaio – Poggibonsi – Siena – Sovicille.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno