Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il treno della Circumvesuviana investe un frigorifero sui binari

Attualità giovedì 19 gennaio 2023 ore 09:17

Neve tonda, cos'è il fenomeno che ha imbiancato le città toscane

groupel o neve tonda

Non è grandine ma non è neppure neve: i piccoli grani gelati sono groupel o graupel. Ecco quando e come si formano, non serve nemmeno lo zero termico



TOSCANA — Piccoli grani ghiacciati ma friabili: è la neve tonda, groupel o graupel che ieri ha imbiancato le città toscane da Pisa a Firenze creando uno scenario suggestivo ancorché potenzialmente scivoloso per auto e pedoni.

Ma cos'è la neve tonda? E come si forma? Ebbene, il groupel non è né grandine né neve. Fin qui facile: altrimenti si chiamerebbe così. E invece no, perché si tratta di un fenomeno meteorologico a sé riconosciuto anche dal Servizio Meteorologico Nazionale dell’Aeronautica Militare oltre che - a livello internazionale - dal World Meteorological Organization.

Intanto i chicchi di neve tonda, con diametro intorno al mezzo centimetro, sono morbidi e friabili e si comprimono con facilità. La loro consistenza è proprio l'indice plastico della differenza del groupel con la grandine e con la neve. Sì perché la grandine è ghiaccio puro, mentre il groupel è un agglomerato di fiocchi di neve che si aggregano in determinate condizioni.

Il loro processo di formazione avviene per fusione e aggregazione. I fiocchi cadono dalla nube. Se attraversano in quota una zona d'aria a temperature sopra lo zero iniziano a fondersi, ma quando al di sotto poi dovessero attraversare un'area più fredda ecco che danno luogo ad agglomerati, la neve tonda appunto. A causa di questo processo di formazione per dinamica, la neve tonda può formarsi anche con temperature superiori allo zero termico.

La superficie del grano risulta frastagliata, perché si tratta di fiocchi in forma di pallina, mentre la grandine essendo ghiaccio presenta superficie liscia e il grano non è molle e comprimibile.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno