Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:03 METEO:FIRENZE16°24°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
G7, tutti in Puglia: ma che ci fanno Erdogan e il Papa?

Lavoro lunedì 29 aprile 2024 ore 18:20

L'occupazione cresce, le figure più richieste

lavoratori
Gli operai specializzati sono tra le figure più ambite dalle aziende

La Toscana vanta un aumento di occupati in percentuale superiore a quella media nazionale. Lucca e Prato fra le prime 10 province d'Italia



TOSCANA — Commercio e servizi, operai specializzati, artigiani, professionisti qualificati: sono loro i più ambiti dal mercato del lavoro, spesso assunti con contratti a tempo indeterminato e protagonisti di una crescita dell'occupazione che in Toscana rispetto al 2019 al 2023 è salita di 2,8 punti percentuali a fronte di un aumento medio nazionale che si ferma al 2,0%.

Il dato arriva dall'ufficio studi della Cgia di Mestre, e ravvisa un ritorno del posto fisso dopo anni di flessibilità a far rima con precarietà. Non per tutti però, perché i lavoratori generici, non formati in qualifiche specifiche, arretrano nei desideri delle imprese. Il loro reclutamento nello stesso periodo preso in esame è sceso del -1,6%. Crolla poi l'appeal esercitato dalle forze armate, che in Italia segna un -5%.

Venendo ai dati più strettamente regionali, col suo +2,8% di occupati dal 2019 al 2023 la Toscana si colloca all'8° posto sullo scenario nazionale. La classifica è guidata dalla Puglia (+6,3%), seguita da Liguria e Sicilia entrambe con un +5,2%.

Come mostra la tabella qui sotto, quattro regioni mostrano una performance occupazionale negativa: sono Emilia-Romagna, Piemonte, Sardegna e Molise che segna addirittura un -2,0%.

L'andamento dell'occupazione nelle regioni italiane tabella

L'andamento dell'occupazione nelle regioni italiane (Fonte: Cgia di Mestre - Ufficio studi)

Ma ecco invece l'andamento dell'occupazione fra il 2019 e il 2023 nelle province toscane, secondo la posizione che occupano nella graduatoria nazionale stilata dalla Cgia mestrina e guidata da Lecce che ha messo a segno un +16,5% di occupati.

  • 9° posto - Lucca: +7,8%
  • 10° posto - Prato: +7,7%
  • 19° posto - Arezzo: +5,7%
  • 27° posto - Grosseto: +4,6%
  • 42° posto - Pistoia: +3,0%
  • 48° posto - Livorno: +2,5%
  • 63° posto - Pisa: +1,2%
  • 69° posto - Siena: +0,7%
  • 74° posto - Firenze: +0,2%
  • 76° posto - Massa-Carrara: +0,0%

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno