Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 03 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La madre di Navalny sulla tomba del figlio il giorno dopo funerali

Cultura martedì 30 marzo 2021 ore 08:00

​La borsa veggy fatta con le mele

Dai velluti per la casata dei Medici alle borse vegane, il Museo del tessuto di Prato si propone come luogo della conservazione e dell’innovazione



PRATO — Nel servizio firmato Lucia Buffo per la rubrica di approfondimento del Tg2, Costume e Società in onda tutti i giorni, un viaggio attraverso la storia del tessuto in compagnia della direttrice del museo Daniela Degli Innocenti. 

Il Museo del Tessuto di Prato offre un’ampia collezione di base dai reperti archeologici rinvenuti nelle sepolture, ai giorni nostri: tessuti antichi e paramenti sacri, velluti, tessuti figurati, tovaglie perugine, damaschi, lampassi e moduli decorativi che testimoniano i momenti più significativi dello sviluppo delle manifatture europee dal XIII al XX sec.; tessuti e manufatti ricamati (XV - XX sec.); tessuti e abiti etnici: raccolta di tessuti provenienti dall’India, dall’Indonesia e dallo Yemen, dall’America centrale e meridionale, da Cina e Giappone; Campionari pratesi dall’Ottocento a oggi; bozzetti e tessuti d’artista: comprendono esemplari realizzati da artisti della prima metà del Novecento (Raoul Dufy e Thayaht) e contemporanei (Giò Pomodoro e Bruno Munari), che hanno trovato nel tessuto una forma espressiva della loro creatività ma anche abiti, accessori e figurini. Infine i macchinari: telai manuali, follatrice, macchina battitora, strumenti di preparazione alla tessitura, come filatoi, incannatoi, orditoi.

Il museo ospita anche un laboratorio specializzato nella conservazione dei tessuti e nello studio per l’innovazione. La responsabile del settore contemporaneo del museo, Laura Fiesole, mostra una borsa realizzata dalla lavorazione degli scarti alimentari derivati dalla lavorazione della mela con cui si realizza un materiale simil pelle ma rigorosamente vegana, come quello ottenuto dal cactus ed ecosostenibile. 

Oggi il museo è soggetto a chiusura temporanea a causa delle restrizioni per il contenimento della pandemia.

Elisa Cosci
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno