Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il Papa tra la folla dei cristiani nel villaggio di Qaraqosh in Iraq

Attualità venerdì 13 novembre 2020 ore 13:03

Nessuno sapeva della Ferragni nel presepe

L'opera di Jacopo Pischedda
L'opera di Jacopo Pischedda

Parla il curatore della mostra Alberto Bartalini: "Occhi non per guardare, ma per osservare. Se ci sono altri messaggi nascosti? Chissà"



PONTEDERA — Alberto Bartalini, da anni curatore delle installazioni natalizie nel Comune di Pontedera, ha commentato il clamore mediatico che ha suscitato l'opera dell'artista Jacopo Pischedda, che nella sua Natività ha raffigurato la Madonna con il volto di Chiara Ferragni: "E' un messaggio positivissimo, un'immagine meravigliosa - ha detto il regista - scusate, ma qualcuno ha mai visto il vero volto della Madonna?".

"L'iconografia della Madonna - ha ripreso - è sempre stata legata alle letture date dagli artisti o suggerite dai mecenati. Già da Giotto, cioè dall'inizio dell'arte moderna, personaggi reali entrano dei dipinti, come succede anche nelle opere di Piero Della Francesca e del Botticelli".

Bartalini ha spiegato che il Comune era informato della presenza della Ferragni nell'opera, discorso diverso, per il pubblico: "Nessuno sapeva niente. E' la bellezza, nessuno guarda più i tramonti, tutti con la testa chinata sui telefonini. Io dico occhi non per guardare, ma per osservare. Sono contento che qualche cittadino abbia osservato".

Altra domanda che molti si sono fatti, oltre alla Ferragni ci sono altri messaggi nascosti? "Chissà, occhi per osservare" ha concluso Bartalini.

L'opera dell'artista Pischedda ha attirato l'attenzione dei media nazionali, ma ha anche generato critiche dall'opposizione di centrodestra di Pontedera ed è stata bocciata dall'arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto. Il sindaco Matteo Franconi invece ha detto che "l’arte esiste solamente se il committente non esercita la superbia arrogante di voler limitare l’artista". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità