Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:17 METEO:FIRENZE10°15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è andare in bicicletta a Milano? Il nostro giro tra ciclabili, interruzioni, auto in sosta, pavé e cantieri

Cronaca martedì 17 gennaio 2017 ore 14:30

Resort a otto stelle, Bocelli e altri vip truffati

Il tenore toscano, John Travolta e altri vip utilizzati come specchietto per le allodole per trovare investitori per un complesso turistico di lusso



VARESE — Sono oltre duecento i risparmiatori truffati da un'associazione a delinquere sfruttando le immagini di Andrea Bocelli, John Travolta, Kelly Preston e altri vip. Venti le persone indagate nell'inchiesta della Guardia di Finanza di Varese, fra cui due promotori finanziari della Banca Fideuram, a sua volta parte lesa. A capo della banda c'erano due italiani, D.G, residente a Gallarate, e F.L.R., broker da tempo trasferito a Santo Domingo.

Durante le indagini le Fiamme Gialle hanno scoperto che Bocelli e Travolta erano stati coinvolti nel raggiro partecipando ad una inziativa  mondana a Cannes. In quell'occasione, gli organizzatori avevano scattato loro una serie di foto che poi, nei mesi successivi, hanno utilizzato per procacciare  risparmiatori disposti a investire denaro nella realizzazione di un fantomatico resort di superlusso sulle spiagge da sogno dell'atollo Blue Hole, in Belize. Il tenore e gli attori venivano presentati come veri e propri soci del progetto di cui erano invece completamente all'oscuro.

Il procuratore della Repubblica di Busto Arsizio Gianluigi Fontana ha spiegato che, nel corso dell'inchiesta, Andrea Bocelli ha collaborato con gli investigatori per smascherare e incastrare i truffatori. I quali, organizzando fastosi eventi promozionali grazie anche alla complicità di un manager di artisti americano, erano riusciti a farsi consegnare dlale loro vittime oltre venti milioni di euro.

In realtà, i terreni in Belize su cui avrebbe dovuto sorgere il nuovo complesso turistico non sono mai stati nella disponibilità dei malviventi e sono risultati oggetto di vincoli ambientali che avrebbero reso impossibile il rilascio di permessi di edificabilità.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno