Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite Conte-Lautaro, il finto match di boxe ad Appiano

Attualità lunedì 04 gennaio 2021 ore 16:30

Scuola rinnovata con 1 milione di euro

E' l'investimento fatto per le Medie, che saranno intitolate a Margherita Hack. Il sindaco Grazi: "Adeguata e migliorata sotto tutti i punti di vista"



TORRITA DI SIENA — Inaugurata questa mattina la rinnovata scuola media di Torrita che sarà intitolata alla scienziata premio Nobel Margherita Hack. Una giornata importante alla quale erano presenti il sindaco Grazi, l'assessore comunale Natascia Volpi, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l’assessore regionale all’istruzione Alessandra Nardini, il consigliere regionale Elena Rosignoli e Anna Ascani, viceministra all’istruzione con delega all'edilizia scolastica. 

“Possiamo parlare di una vera e propria inaugurazione – ha dichiarato il sindaco Grazi – perché questa scuola è stata oggetto di lavori importanti che hanno consentito di renderla adeguata ai nuovi concetti di sicurezza e di migliorarla sotto tutti gli aspetti, anche quello non secondario relativo agli arredi e all’aspetto estetico-funzionale”.

I lavori, iniziati nel 2019 e terminati da pochissimo tempo, hanno interessato i due plessi, con le relative aree esterne, che ospitano le scuole Medie e che erano stati costruiti, uno verso la fine degli anni ’60 e l’altro una decina di anni dopo. Avevano pertanto un’età per cui si rendevano necessari dei lavori di adeguamento alle normative e di una modernizzazione, anche estetica, degli spazi.

Per gli interventi del plesso 1 è stato ottenuto un primo finanziamento, nell’ambito dell’edilizia scolastica (MIUR), con il Decreto Ministeriale 1007 del 2017, che prevedeva lavori di miglioramento sismico e adeguamento alla normativa antincendio; il tutto per un quadro generale di spesa di oltre 290 mila euro. Con questo finanziamento sono state interamente coperte le spese e nel corso dei lavori è stata eseguita una variante che ha permesso di portare la struttura dallo stato di “miglioramento” a quello di “adeguamento” sismico. Cosa di non poco conto, visto che al suo interno, tra studenti, alunni, insegnanti e collaboratori vari, sono normalmente presenti quasi 250 persone.

Identici lavori, per un importo complessivo di 150 mila euro, che hanno invece riguardato il plesso 2, sono stati eseguiti con un finanziamento di circa 100 mila euro della Regione Toscana nell’ambito “edilizia scolastica interventi urgenti e indifferibili” e la parte restante con risorse proprie del Comune.

“Non ci siamo limitati a questi lavori” – ha l'assessore Volpi – Abbiamo infatti voluto procedere anche con lavori di ristrutturazione generale che hanno interessato gli impianti tecnologici, il rifacimento dei pavimenti e rivestimenti, e degli infissi interni. Non solo: abbiamo anche provveduto all’efficientamento energetico delle strutture con la sostituzione degli infissi esterni, della centrale termica e con la coibentazione delle coperture”.

Oltre a questi aspetti molto tecnici, saranno immediatamente percepibili da tutti altri interventi relativi al rifacimento del tunnel di collegamento tra i due plessi e alla sistemazione delle aree esterne, al nuovo impianto antincendio, alle nuove recinzioni e a lavori di piantumazione; lavori che per il Comune hanno comportato un ulteriore investimento di risorse per altri 500 mila euro circa. A questi si devono aggiungere altri 100 mila euro circa per gli arredi scolastici. Il totale della spesa per i due edifici arriva pertanto a circa un milione di euro, di cui 650 mila euro derivanti da finanziamenti propri del Comune di Torrita di Siena. 

“Quella di oggi – ha detto il presidente Giani - è l’occasione per mandare un segnale a tutta la Toscana: la prima inaugurazione dell’anno di un plesso scolastico, realizzato grazie alla collaborazione con il ministero e a risorse regionali e statali. La scuola è stato sicuramente uno degli argomenti più dibattuti durante questa terribile pandemia che ha sconvolto le vite di tutti. Un grazie particolare va agli insegnanti, che in questa fase storica hanno giocato un ruolo di prima linea, cercando di mantenere un contatto costante con i propri alunni. Scuola è crescita, cultura e formazione e questa scuola, dedicata a Margherita Hack, deve essere l’auspicio per un anno che ci porti a contrastare e vincere la battaglia contro il virus. Una nuova scuola media, il centro della vita sociale di una comunità, come segnale di speranza verso il futuro”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport