Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro Bakhmut deserta, tra colpi di artiglieria e carri armati. Qui il centro della battaglia per il Donbass

Cronaca martedì 22 febbraio 2022 ore 16:18

Cede una gru nello stabilimento Jsw

Panoramiche dello stabilimento siderurgico, oggi Jsw

A segnalarlo è il sindacato Uglm. "Per l'ennesima volta, solo un miracolo ha fatto sì che non ci siano stai infortuni al personale"



PIOMBINO — Un cedimento strutturale ha interessato una gru necessaria alla movimentazione delle rotaie al reparto Cse dello stabilimento siderurgico di Piombino oggi Jsw. A denunciare l'accaduto, avvenuto nella notte tra lunedì 21 e martedì 22 Febbraio, è il sindaco Uglm e la relativa Rsu.

"Una situazione ormai insostenibile anche dal punto di vista della sicurezza degli impianti, come Uglm afferma ormai da molto tempo. - hanno commentato - Che la proprietà sia totalmente inadempiente ed inaffidabile è sotto gli occhi di tutti e anche queste cose come Uglm le abbiamo sempre messe in evidenza, non abbiamo certo bisogno di chiedere ulteriori incontri per rendercene conto".

Il cedimento della gru è l'occasione per il sindacato per ribadire lo stallo che interessa il rilancio dello stabilimento siderurgico.

"Il Governo da parte sua ha fatto promesse ad oggi disattese. Non si conosce ancora la data in cui Invitalia dovrebbe entrare nella Società e con che quota, non si conosce ancora questo più volte annunciato Piano siderurgico nazionale, più volte annunciato prima dall’ex Ministro Patuanelli e poi confermato dall’attuale Ministro Giorgetti. Non si capisce come mai Taranto e Piombino pur essendo i due più grandi e importanti siti siderurgici italiani, debbano essere trattati in due modi completamente diversi. - hanno spiegato - Serve una forte mobilitazione in cui chiedere cose ben precise e che come Uglm stiamo chiedendo da tempo: pretendere subito un Piano industriale concreto, dettagliato e finanziato; mettere nero su bianco un Piano nazionale per la siderurgia; avviare subito un piano di smantellamento e bonifiche; iniziare a programmare corsi di formazione e ricollocazione nel mondo del lavoro; incentivare le uscite volontarie come fatto a Taranto; prevedere una integrazione salariale per i cassintegrati come fatto a Taranto; rivedere i coefficienti della legge sull’amianto per permettere a quei lavoratori che ne avrebbero diritto, di andare in pensione. Serve uno scatto d’orgoglio, - hanno concluso - che ci faccia alzare la testa e indignare di fronte ad una mancanza di risposte e di azioni concrete sia da parte dell’azienda che da parte del Governo, mancanza di azioni concrete che colpisce e mortifica migliaia di lavoratori da ormai 8 lunghi anni".

Intanto oggi sono iniziate le assemblee dei lavoratori indette dai sindacati per illustrare la situazione di fronte alla mancanza di risposte concrete in merito alla vertenza Jsw (leggi qui l'articolo collegato). Sempre oggi Fim, Fiom e Uilm hanno consegnato al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani un documento firmato dalle Rsu dello stabilimento Jsw, Piombino Logistics e Gsi in vista della consegna del dossier Piombino al presidente del Consiglio Mario Draghi (leggi qui l'articolo collegato).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'hanno trovato nella notte accasciato su una panchina. Sul posto carabinieri e soccorritori del 118. E' stato intubato, poi la corsa in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Cronaca

Attualità

Cronaca