Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:35 METEO:FIRENZE19°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 19 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Militanti di estrema destra minacciano il giornalista a Padova: «Se riprendi finisce male»

Attualità sabato 19 novembre 2016 ore 10:05

E' guerra per i natali di Michelangelo

La casa-museo di Michelangelo

Il Comune di Chiusi della Verna rivendica i natali dell'artista ma arriva secca la risposta del sindaco di Caprese Paolo Fontana



CAPRESE MICHELANGELO — In una nota diffusa alla stampa il Comune di Chiusi della Verna rivendica i natali del genio Michelangelo Buonarroti. Ha rivelarlo sarebbero stati recenti studi pubblicati in un volume dal titolo “Sotto fatale e felice stella in Casentino” che sarà presentato ufficialmente a Chiusi della Verna il prossimo 26 novembre alle ore 16, presso la sala consiliare del palazzo comunale. 

Gli studi condotti dalla curatrice e da alcuni studiosi rivelano appunto che Michelangelo Buonarroti nacque il 6 marzo 1475 a Chiusi in Casentino al tempo in cui suo padre, Lodovico, vi svolgeva il ruolo di podestà per conto della Repubblica fiorentina. È attraverso nuove e capillari indagini documentarie che, dopo alcuni secoli, si è giunti ad una definitiva chiarificazione, che rimanda, peraltro, al portato delle più antiche fonti biografiche (Giorgio Vasari e Ascanio Condivi) che ricordano i natali casentinesi dell’artista, figlio di Lodovico e di Francesca di Nieri del Miniato del Sera.

Ma a neanche ventiquattro ore di distanza arriva la secca replica del sindaco di Caprese Michelangelo Paolo Fontana: "Dunque, Michelangelo Buonarroti è nato a Chiusi della Verna? Bene, vorrà dire che con Chiusi ci metteremo d'accordo: San Francesco ha allora ricevuto le stimmate alla Casella, nel nostro Comune", ha dichiarato il primo cittadino con una sferzante ironia.

Poi il sindaco si fa più serio: "ricordo che il nome di Michelangelo è abbinato da oltre cento anni a quello del nostro paese: c'è un Regio Decreto del 1913 che lo ufficializza."

"Un vero e proprio certificato di nascita non esiste – spiega Fontana – ma in compenso c'è quello di battesimo. L'originale si trova a casa Buonarroti, a Firenze e noi ne conserviamo una copia. A quei tempi il battesimo veniva impartito il giorno stesso della nascita, perché c'era il timore di malattie e quindi di una morte che sarebbe potuta sopraggiungere anche subito. Nel certificato, si legge che Michelangelo è stato battezzato nella chiesa di San Giovanni a Caprese (in pratica, la chiesina che si trova nell'antico castello) e alla presenza di giudici testimoni provenienti da frazioni di Caprese. Non penso che Michelangelo sia nato a Chiusi e poi sia stato battezzato a Caprese".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno