Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE12°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 15 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità venerdì 26 aprile 2019 ore 09:25

Viareggio dice no alle manifestazioni neo fasciste

Il Consiglio comunale ha approvato un atto che sancisce che gli spazi pubblici saranno concessi a chi dichiarerà di ripudiare le ideologie fasciste



VIAREGGIO — Nel giorno della festa di Liberazione, 25 aprile, Viareggio ha detto basta alle manifestazioni di stampo neo fascista: infatti da ieri gli spazi pubblici verranno concessi solo a chi dichiarerà di ripudiare le ideologie fasciste e di riconoscersi nei principi fondanti la democrazia. Questo l'atto di indirizzo approvato dal Consiglio comunale all'unanimità. Assenti invece, il M5s e i consiglieri della Lega.

La delibera nasce da una mozione del 30 ottobre 2017, nella quale tra le altre cose, si esprimeva "piena condanna nei confronti dei movimenti e delle associazioni che si richiamano al fascismo ed al nazismo, che diffondono idee e comportamenti di intolleranza ed odio, opposti ai valori fondamentali di uguaglianza, tolleranza e libertà stabiliti dalla nostra Costituzione". 

Il provvedimento sancisce che "l'accesso ai beni comuni nella disponibilità della Città di Viareggio e la possibilità di ottenere forme di beneficio di natura economica e non deve essere accompagnato da dichiarazioni esplicite e formali da parte degli istanti, di riconoscimento nei valori della Costituzione e della Resistenza, di ripudio del fascismo, del nazismo, di ideologie razziste, xenofobe o antisemite, omofobe e antidemocratiche, portatrici di odio o intolleranza religiosa".

Restano escluse "le istanze dei beni comuni di proprietà comunali o relative a benefici di diversa natura connesse alle condizioni individuali e di bisogno nell'ambito dell'intervento sociale e/o assistenziale che hanno specifico presupposto e disciplina legislativa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La data di inizio prevista è il 17 Maggio. Anche la Toscana reclama le dosi di AstraZeneca non utilizzate da altre regioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca