Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità martedì 22 novembre 2016 ore 10:55

"Giustizia è fatta adesso una nuova giunta"

Così Giorgio Del Ghingaro tornato ad essere il primo cittadino a Viareggio dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato quella del Tar



VIAREGGIO — "La legalità si sovrappone alla giustizia". Queste le prime parole di Giorgio Del Ghingaro commentando la sentenza del Consiglio di Stato che ha deciso di rimetterlo alla guida del Comune di Viareggio, ribaltando così la sentenza del Tar della Toscana che aveva annullato la sua elezione dopo il ricorso presentato dal candidato di Lega Nord e Fratelli d'Italia Massimiliano Baldini. 

In un'intervista Del Ghingaro, eletto alla guida dell'amministrazione con una lista civica di centrosinistra che al ballottaggio aveva superato il candidato del Pd Luca Poletti, spiega di aver "tanta voglia di ripartire" e anticipa però che ci sarà "una nuova giunta: è passato molto tempo e sono successe diverse cose", aggiunge spiegando di non aver avuto novità dal Pd, "la mia porta è aperta a chi bussa perché Viareggio ha bisogno di grande unità per ripartire".

Poi questa mattina Del Ghingaro sul suo profilo Facebook ringrazia chi in questi mesi lo ha continuato a sostenere: "Grazie a chi mi è più vicino in questa breve e lunghissima avventura, a chi sopporta le mie intemperanze ed i miei ritmi di lavoro, a chi scambia con me una parola, o anche solo uno sguardo, che sia d'intesa, di complicità". 

Giorgio del Ghingaro torna quindi a fare il sindaco di Viareggio. La decisione del Consiglio di Stato ha annullato la sentenza del Tar della Toscana che, 4 mesi fa, aveva accolto un ricorso presentato dalla Lega Nord e da Fratelli d'Italia. Alla guida di una lista civica di centrosinistra Del Ghingaro era stato eletto nel 2015, superando al ballottaggio il candidato ufficiale del Pd Luca Poletti. Al Tar aveva fatto ricorso Massimiliano Baldini, il candidato sindaco per Lega Nord, Fratelli d'Italia e liste civiche: i giudici del tribunale amministrativo avevano deciso che andavano "rinnovate le operazioni di voto" perché in alcune sezioni il conteggio delle schede non tornava. 

Così a Viareggio era arrivato il Commissario prefettizio Fabrizio Stelo e i suoi due sub commissari, Patrizia Vicari e Stefano Del Punta, che hanno guidato l'amministrazione comunale durante la ''vacatio'' conclusa, di fatto, con la decisione del Consiglio di Stato in base alla quale Giorgio Del Ghingaro è tornato sulla poltrona di sindaco. 

E nel corso di una conferenza stampa il Commissario prefettizio Stelo havoluto salutare e ringraziare la città e chi ha collaborato con loro in Comune. "Non ci vorrà una nomina del Prefetto - dice Stelo - perché c'era stata una sospensiva, ma da oggi il sindaco Del Ghingaro torna in carica. Noi eravamo prontissimi a proseguire il nostro percorso per cercare di garantire una governabilità alla città. E' stata una bella esperienza, abbiamo fatto delle cose, altre le avevamo iniziate e ci auguriamo che vengano portate a termine da chi ci sostituirà".

"L''amministrazione - ha proseguito il commissario - dovrà fare i conti sempre con il dissesto, poi gestire la situazione delle società partecipate, c''è il problema del porto da risolvere, come pure quello del mercato ittico". "Viareggio - ha concluso - è una bella città, che merita una amministrazione duratura e un sindaco, il commissariamento deve essere una cosa provvisoria. Auguriamo buon lavoro a Del Ghingaro e alla giunta".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca